close
2 RuoteMotoGPSu pista

Moto2 e Moto3: ecco cosa è successo nel venerdì di Brno





La Moto3 apre il weekend di Brno con le prime libere che vedono Masia al comando, ma la situazione si stravolge nel secondo turno, in cui è Rodrigo a imporsi su tutti. In Moto2, difficoltà per Marquez nelle FP1, in cui troviamo Nagashima davanti a tutti, mentre nelle seconde libere è Di Giannantonio a prendersi la testa della classifica dei tempi.

_dsc1734-gallery_full_top_fullscreen

Come di consueto, il weekend di Motomondiale è stato aperto dalla Moto3, scesa in pista prima di tutti questa mattina per il primo turno di prove libere. A guidare la classifica dei tempi troviamo Jaume Masia che ferma il cronometro sul 2’08.615, soli due millesimi prima del suo inseguitore, l’argentino Gabriel Rodrigo. Poco piu distanti McPhee (+0.281) e Ogura (+0.317), seguiti dal primo italiano in classifica, Andrea Migno a 0.349; dietro di loro le due Honda di Ramirez e Fenati, i quali precedono Arenas, Kornfeil e Binder. Sono fuori dalla top ten i due contendenti al titolo: Canet si piazza undicesimo e Dalla Porta dodicesimo. Più indietro gli altri italiani: tredicesima piazza per Arbolino, quindicesimo Foggia. Fuori dai primi venti Antonelli, Rossi, Vietti e Nepa. Caduta per Can Oncu, fortunatamente subito tornato in piedi.

moto3-fp1

Nel secondo turno si mescolano le carte in tavola: è Rodrigo a imporsi su tutti, segnando un 2’08.125 e rendendosi anche protagonista di una caduta senza conseguenze. Alle sue spalle Tony Arbolino a due decimi, seguito da Suzuki (+0.308); quarto e quinto tempo rispettivamente per Vietti e Dalla Porta,  i quali hanno avuto un contatto che ha mandato entrambi nella ghiaia della curva 3. Molto vicini anche gli inseguitori: Masia è a 8 millesimi dall’italiano leader del Mondiale, mentre lo spangolo Canet è a 22”. Altri due italiani sono presenti nella top ten, Antonelli e Fenati, infatti, precedono Ramirez. Gli altri azzurri sono un po’ più distanti: Foggia è quattordicesimo e Migno diciottesimo, mentre a fondo classifica troviamo Nepa e Rossi. Domani per le 12.35, orario delle Q1 è prevista pioggia, potrebbe essere quindi proprio il meteo a rendere la situzione ancora più imprevedibile.

moto3-fp2

In Moto2 è Tetsuta Nagashima ad aprire le danze in Repubblica Ceca, registrando un 2’02.080 e seguito a ruota da Binder e Fernandez, i quali segnano un tempo quasi fotocopia con un ritardo, rispettivamente, di 0.060 e 0.061. Quarto tempo per Mattia Pasini, all’esordio con la Tasca Racing, a +0.177, ben più veloce di uno dei tre attuali contendenti al titolo, Luthi (+0.510). Sesto crono per l’altro italiano in top ten, Bulega, seguito da Lecuona, Navarro, Lowes e Gardner. Sono fuori dai primi dieci tutti gli altri italiani: undicesimo e dodicesimo Locatelli e Marini, quattordicesimo Di Giannantonio; più indietro Manzi, Bezzecchi e Bastianini. È solo diciannovesimo Alex Marquez, attualmente leader del Mondiale.

moto2-fp1

E sono proprio i piloti della Moto2 a chiudere il venerdì ceco con la seconda sessione di libere. Anche nel loro caso, proprio come per i colleghi della Moto3, la classifica dei tempi del pomeriggio risulta quasi stravolta. Davanti a tutti troviamo i due italiani Fabio Di Giannatonio e Nicolò Bulega a soli 35 millesimi di differenza (2’01.695 è il tempo del #21), rincorsi da Nagashima con un ritardo di 63 millesimi. Poco più distanti gli altri: Srhotter è a +0.190 e Fernandez a +0.191, mentre Luthi segue a due decimi, anticipando Marquez. A chiudere la top ten troviamo Navarro, Lowes e Marini, mentre sono leggeremente in ritardo Bastianini, Baldassarri, Pasini e Locatelli. Più indietro Bezzecchi e Manzi. L’appuntamento con le qualifiche della Moto2 è per domani alle 15.05 ed anche in questo caso il meteo potrebbe riservare sorprese.

moto2-fp2

 

 





Tags : BrnoMoto2moto3
Maria Grazia Spinelli

The author Maria Grazia Spinelli

Classe 1994, molisana. Da piccola vedevo mio padre seguire la Formula 1 e mi chiedevo cosa lo appassionasse così tanto, poi ho avuto un colpo di fulmine con le due ruote in un pomeriggio d'estate ed ho capito. Qui vi racconto il Mondiale Superbike.