close
2 RuoteMotoGPSu pista

Moto3 e Moto2: Arbolino festeggia il compleanno con la pole, Marquez imita il fratello maggiore





In Moto3 Tony Arbolino decide di festeggiare il compleanno regalandosi una splendida pole position ai danni di John McPhee, mentre in Moto2 è Alex Marquez ad imporsi su tutti con oltre due secondi di distacco dal primo degli inseguitori.

_dsc2942-gallery_full_top_fullscreen

Qualifiche bagnate per la Moto3 che, per la Q1, scende su una pista dalla non facile comprensione a causa della pioggerella. Pioggia che diventa sempre più insistente nella seconda parte di sessione, rendendola realmente wet. Le Q1, oltre le gocce di pioggia, vedono protagonista anche la curva 3, a causa delle cadute di Arenas e Can Oncu; ma i due non sono gli unici ad accarezzare la ghiaia, anche Booth-Amos finisce a terra, rompendo il semimanubrio sinistro: purtroppo non basta la lotta contro il tempo dei suoi meccanici per rimandarlo in pista, un peccato per l’inglese che pareva trovarsi bene in questa strana situazione. Ad essere promossi in Q2 sono Fernandez, Yourchenko, Lopez e Can Oncu, che riesce a ritornare ai box nonostante la caduta, ma arriva alla sua postazione zoppicando.

La seconda parte di qualifiche si apre con un problema alla moto di Dalla Porta che gli impedisce di avere supporto elettronico e che gli condiziona molto la sessione, costringendolo a chiudere solo con il diciassettesimo tempo. Per la pole, invece, la lotta è tutta fra Tony Arbolino e John McPhee, ma alla fine è l’italiano ad avere la meglio con un incredibile 2’18”020 che gli assicura la prima posizione e un bel regalo di compleanno! L’inglese segue a 4 decimi, mentre sono decisamente più distanti tutti gli altri che accumulano oltre 8 decimi. Chiude la prima fila Antonelli grazie al giro degli ultimi istanti di sessione e nonostante la fastidiosa presenza di Salac, alle sue spalle Suzuki, Fernandez (autore anche lui di una scivolata, sempre in curva 3) e Canet. Terza fila per Yurchenko, Masia e Ogura, con Lopez a chiudere la prima decina. Di fianco a lui partirà Romano Fenati, mentre gli altri italiani sono più indietro: Migno e Vietti occupano le caselle 15 e 16, ventiduesimo Foggia, ultima fila per Rossi e Nepa.

moto3

La Moto2 scende in pista immediatamente dopo la MotoGP, sotto la pioggia scrosciante e dopo la pole incredibile di Marc Marquez; ma i piloti decidono di non imitare il campione spagnolo, capace di siglare il miglior tempo sul bagnato con le slick e decidono, ovviamente, di montare tutti gomme rain. La Q1 vede tutti gli avversari girare abbastanza cauti e a passare alla seconda parte di qualifiche sono Gardner, Bendsneyder, Dixon e Bezzecchi. Nella Q2 la pioggia inizia a dare un po’ di tregua e la pista lentamente ad asciugarsi, facendo prevedere un finale di sessione combattuto e sulle slick. È quello che effettivamente avviene, tranne nel caso di Bezzecchi che per errore del team o per un’incomprensione, esce dai box sulle gomme da bagnato: le prova tutte, ma alla fine il suo crono gli permette di partire solo dalla sesta posizione.

Festa grande,invece, in casa Marquez quest’oggi: è Alex a firmare la pole position del CzechGP, imponendosi su tutti con un 2’06.787, ad oltre due secondi dal primo inseguitore, Lowes e a quasi 4 da Baldassarri. Seconda fila tutta italiana con Bulega, Di Giannantonio e Bezzecchi, mentre alle loro spalle si piazzano Schrotter, Bendsneyder e Dixon. Chiude la top ten Fernandez, autore anche di una caduta innocua alla curva 1. Casella numero 13 per Luca Marini, diciottesima per Bastianini; ventunesimo Locatelli, solo ventriquattresimo Pasini e ventisettesimo Manzi.

moto2

 





Tags : BrnoMoto2moto3
Maria Grazia Spinelli

The author Maria Grazia Spinelli

Classe 1994, molisana. Da piccola vedevo mio padre seguire la Formula 1 e mi chiedevo cosa lo appassionasse così tanto, poi ho avuto un colpo di fulmine con le due ruote in un pomeriggio d'estate ed ho capito. Qui vi racconto il Mondiale Superbike.