close
Su pistaSuperbike

Terza tappa per il WorldSBK: info e orari del Portuguese Round





Due round in successione per il WorldSBK nella penisola iberica: questo weekend si vola in quel di Portimao per il Portuguese Round. Riuscirà Redding a mantenere il distacco su Rea o il nordirlandese ha già in mente una strategia per fermare il giovane inglese?

08653_dcp_r10_action_slide_big

Il Portogallo ospita il terzo round del Campionato Superbike, all’Autódromo Internacional do Algarve di Portimao. Un tracciato che vede le SBK sfidarsi dal 2008, anno di costruzione, visto che nelle due edizioni portoghesi meno recenti, 1988 e 1993, era l’Estoril ad ospitare il Portuguese Round. Ad aspettare i piloti ci saranno 4,592 Km che si snodano lungo 15 curve, di cui 9 a destra e solo 6 a sinistra.

Entrambi i record risalgono allo scorso anno ed hanno la firma di Jonathan Rea, il quale aveva fermato il cronometro sull’1’40.372 in qualifica e sull’1’41.272 in Superpole Race, gara che aveva vinto come Gara1.

portimao

Dopo le ottime prestazioni a Jerez da parte della Ducati, ed in particolar modo di Scott Redding, ora tocca a Jonathan Rea ed Alex Lowes cercare di contrastare l’avanzata dei piloti in rosso, ma attenzione anche alle due Yamaha di van der Mark e Razgatlioglu.


Potrebbe interessarti anche: Super(Monday): cronache dalla Spagna


Pochi dubbi sul fatto che a Rea questa pista piaccia particolarmente: qui, oltre ai recenti record, è colui che ha vinto di più, conquistando 9 vittorie, 17 podi e 3 pole position. Non che la prima piazza sia una prerogativa per la vittoria per il nordirlandese, considerando che nel 2015 ha fatto doppietta scattando dall’ottava posizione, mentre nel 2017 e nel 2018 ha vinto Gara2 partendo entrambe le volte dalla nona casella. E la squadra non è da meno, considerando che Kawasaki è il team che ha vinto di più a Portimao, grazie ai suoi 10 successi contro il totale di 13 dei suoi rivali passati e presenti. 

La Gran Bretagna è la nazione con il maggior numero di successi a Portimao, con 11 vittorie: la linea che non veniva spezzata dal 2014 è stata rotta poi in Gara2 lo scorso anno da Alvaro Bautista.

Una statistica che potrebbe fare molto piacere a Scott Redding, considerando anche che nei test di gennaio ha messo a segno il secondo tempo più veloce, mettendosi alle spalle del solo Toprak Razgatlioglu, che non bisogna mai sottovalutare o ignorare: nonostante sia particolarmente taciturno, il giovane turco è uno di quelli che sa pungere e fare molto male in pista!

Così come non bisogna sottovalutare i loro tre compagni di squadra: Chaz Davies ha dimostrato di aver ritrovato il suo smalto, Alex Lowes non ha nessuna intenzione di farsi sopraffare dal pluricampione con cui condivide i box e van der Mark... beh ci sarà un motivo se ha come nomignolo Magic Mike.

Occhio anche ad Alvaro Bautista e Tom Sykes: mentre il primo potrebbe finalmente torvare una pista che si adatta molto bene sia alla sua guida che alla sua nuova Honda, il secondo condivide con Rea il record di tre pole position e lo scorso anno riuscì a portare la sua BMW fino alla seconda casella in griglia.

Con queste premesse, il Portuguese Round si preannuncia un weekend tanto imprevedibile quanto interessante. Ecco, quindi, gli orari italiani del weekend di Portimao, occhio all’ora di differenza causa fuso orario portoghese!

Venerdì 7
11:30 – 12:20 WorldSBK FP1
16:00 – 16:50 WorldSBK FP2

Sabato 8
10:00 – 10:20 WorldSBK FP3
12:00 – 12:25 WorldSBK Superpole
15:00 WorldSBK Gara-1

Domenica 9
10:00 – 10:15 WorldSBK Warm-Up
12:00  WorldSBK Superpole Race
15:00 WorldSBK Gara-2





Tags : portimaoPortuguese RoundSBKSuperbikeWSBK
Maria Grazia Spinelli

The author Maria Grazia Spinelli

Classe 1994, molisana. Da piccola vedevo mio padre seguire la Formula 1 e mi chiedevo cosa lo appassionasse così tanto, poi ho avuto un colpo di fulmine con le due ruote in un pomeriggio d'estate ed ho capito. Qui vi racconto il Mondiale Superbike.