close
2 RuoteMotoGPSu pista

Rossi: “Bene la M1. Lorenzo? E’ simpatico, forse non correndo più il nostro carattere migliora”





E’ un Valentino Rossi cautamente soddisfatto quello che, al termine del Day 2 dei test MotoGP in quel di Sepang, si è presentato davanti ai microfoni ed alle telecamere dei media. Il #46, ormai pienamente consapevole del fatto che il 2020 sarà il suo ultimo anno da pilota ufficiale Yamaha, ha chiuso la seconda giornata di prove pre-stagionali in 10^ posizione, siglando un 1’59″116 come miglior prestazione.

Rossi
© Yamaha MotoGP

Nonostante i 544 millesimi che lo separano dal crono messo a referto da un Fabio Quartararo particolarmente pimpante sull’asfalto malese, il pesarese vede il proprio bicchiere sicuramente mezzo pieno. Lasciatosi alle spalle una stagione decisamente complicata, Rossi infatti si dice per ora soddisfatto del comportamento della nuova Yamaha M1, l’arma con cui la Casa di Iwata dovrà riscattarsi dopo un 2019 ancora una volta nel segno della Honda di Marc Marquez. “Il bilancio della giornata di oggi credo sia più positivo rispetto a ieri” – ha detto il 9 volte Campione del Mondo a SkySport – “Se guardiamo la classifica sono 10° e quindi non è ci sia qualcosa di particolare per cui esultare, ma sono contento perché oggi abbiamo lavorato sempre con la moto nuova e siamo riusciti ad imparare un sacco di cose. Abbiamo provato alcune soluzioni sia per migliorare il grip in fase di accelerazione sia per essere più efficaci in frenata, e credo che siamo riusciti a trovare delle cose positive“. “Certo, ancora non riusciamo a sfruttare al massimo tutto il potenziale della moto, però mi trovo già a mio agio – prosegue il #46 – “La cosa particolarmente positiva è stata il buon passo avuto con le gomme usate perché la moto in quelle condizioni scivola meno rispetto al passato, ma sappiamo di dover ancora lavorare tanto perché pur avendo accusato mezzo secondo di ritardo ci sono 9 piloti prima di me”. 

Rossi

Tra questi 9 rider non figura Jorge Lorenzo, riuscito però – nonostante la sua assenza in pista – a rendersi comunque protagonista della giornata assieme allo stesso Valentino Rossi. Il #99 ed il #46, in uno scatto dal sapore d’altri tempi che sta facendo rapidamente il giro del mondo, sono stati infatti immortalati nel box Yamaha mentre si confrontavano sulle sensazioni avute stando alla guida della M1: una situazione letteralmente impensabile fino a qualche mese fa. “Jorge? Lo trovo in gran forma – ha dichiarato in merito Valentino Rossi a Motorsport.com – E’ simpatico, è molto tranquillo, sembra quasi che quando si smette di correre si migliori parecchio come carattere. Spero che capiti anche a me un giorno…Scherzi a parte, trovo piacevole parlare con Lorenzo perché riesce sempre a fare dei commenti molto interessanti“. “Le sue capacità le conoscevo già, ma averlo qui nel box è sicuramente molto importante per noi – prosegue il #46 – “Oggi mi ha anche dato una mano nelle vesti di coach aggiunto, dicendomi un po’ di cose utili e dandomi anche qualche consiglio sulle traiettorie da seguire. Confesso che a volte mi sembra strano girarmi e trovarmelo di fianco vestito…’normale’ mentre io sono in tuta, però è figo perché lo vedo sempre molto concentrato e coinvolto. Domani scenderà in pista anche lui, e potrà darci una mano nel far crescere ulteriormente la moto”.

Rossi
© Gold & Goose / Red Bull Content Pool

“Se dovesse tornare in pista? Perché no, magari portando con sé anche Pedrosa! – commenta Valentino facendo riferimento all’ottimo 3° posto centrato dal tester di lusso di Casa KTM – “Dani l’ho incrociato in pista e mi ha subito dato l’impressione di andare molto forte, non mi stupisce che abbia chiuso in 3^ posizione”. “E’ bello rivedere entrambi, perché sembra che abbiano ritrovato il gusto di guidare. Lorenzo viene da anni molto difficili, eppure non appena è salito sulla Yamaha è parso ringiovanire. Pedrosa dal canto suo forse non ama la pressione e gli impegni che caratterizzano un campionato, ma è evidente che gli piaccia guidare. In fondo sono entrambi più giovani di me, quindi perché non potrebbero decidere di tornare un giorno…“, ha concluso infine Valentino Rossi.





Tags : day 2 test sepangmotogpTest MotoGPtest sepangvalentino rossi
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Innamorato dal 1993 di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", addetto stampa di Tsunami RT ed Enrico Fulgenzi Racing nel Porsche Carrera Cup Italia e nel Porsche Sports Cup Suisse, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam, sono Editor per RedBull.com, sono accreditato F1, FE e WRC e faccio parte del Media Staff dell'Autodromo Nazionale Monza. Ho fondato FuoriTraiettoria.com mentre ero impegnato a laurearmi in giurisprudenza e su Instagram sono @natalishow