close
2 RuoteSu pistaSuperbike

WorldSBK: pole e record per Bautista, ma la sorpresa è la prima fila





Seconda pole position per Bautista, seguito da Sandro Cortese e Tom Sykes. Solo decimo Rea.

Come previsto, sono ancora scese le temperature in Spagna, con 10°C che diventano solo 14°C per l’asfalto. Un meteo che pare aver complicato un po’ le cose in pista per Alvaro Bautista, il quale dichiara che “è difficile guidare la moto in queste condizioni, bisogna stare molto attenti e io ho cercato di fare il mio meglio”; e pare proprio che ci sia riuscito, visto che si è preso la pole position registrando un 1’49.049 che va a migliorare il vecchio record della pista di 0.270.

La vera sorpresa sono i suoi inseguitori: la seconda piazza è di Sandro Cortese che segna un gap di 0.365, centra la prima fila al suo terzo appuntamento nel WorldSBK ed è felicissimo di essere davanti, anche per imparare dai colleghi habitué delle prime posizioni. È la BMW di un raggiante Tom Sykes, felice di aver raggiunto il suo obiettivo, a completare la prima fila, con un 1’49”557.

Quarta piazza per la Yamaha di Lowes a +0.514, seguito da un ottimo Rinaldi a +0.640 e dalla Ducati GoEleven di Laverty a + 0.673. Settima casella per l’altra BMW di Reitenberger a + 0.730, mentre è solo ottavo Chaz Davies a + 0.921.

Completano la top ten Torres (+0.935) e, a sorpresa, il campione in carica Jonathan Rea, primo della griglia a non scendere sotto l’1.50 e che ferma il cronometro a 1’50”013.

Non molto bene gli altri due italiani: tredicesima piazza e scivolata per Marco Melandri, diciottesima e ultima casella per Delbianco.

sp




Tags : AragonRoundSuperbike