close
2 RuoteSu pistaSuperbike

WorldSBK: Rea davanti nelle qualifiche, le Ducati inseguono





Jonathan Rea si prende la pole position del Teruel Round sbriciolando il record di Alvaro Bautista dello scorso anno. Inseguono le Ducati, ma la prima è quella dell’indipendente Michael Rinaldi, che parte secondo davanti a Redding.
ehfitejwsaef5q1

1’48.767. È questo il tempo con cui Jonathan Rea ha conquistato la pole position ad Aragon, per il secondo appuntamento al MotorLand. Unico a scendere sotto l’1’49, e in soli sei giri, disintegra il record segnato da Alvaro Bautista con la conquista della pole 2019 (1’49.049) e conclude la sessione di qualifiche ai box, tranquillo, e restando a guardare gli altri in pista. Con lui dalla prima fila partiranno due Ducati, ma la sorpresa è che la prima è quella del Team GoEleven, guidata da Michael Rinaldi (+ 0.245), che già aveva monopolizzato le due sessioni di libere del venerdì; con loro Scott Redding con un gap di 0.250 da Rea e solo 5 millesimi dal pilota italiano. Qualifica non delle migliori per l’altro pilota in rosso, Davies, che si deve accontentare dell’ottava casella.

Sykes e le due Honda di Bautista ed Haslam occupano la seconda fila, con distacchi di 4 e 5 decimi dal tempo della pole, seguiti a ruota da Toprak Razgatlioglu (+ 0.591), primo delle Yamaha in pista. A chiudere la top ten troviamo Alex Lowes (+ 0.642) e Loris Baz (+ 0.650).

Qualche problema sul finale di sessione per Michael van der Mark, il quale trova la strada sbarrata da Barrier proprio sul finale del suo ultimo giro: l’ostruzione porta ad una piccola discussione in pista, con i piloti che si palesemente accusano di aver rovinato i giri altrui a suon di gestacci e rincorse nelle vie di fuga. L’olandese partirà dodicesimo, con tanta voglia di rimontare e rimediare al giro rovinato, il francese scatterà dalla diciannovesima casella.

sp




Tags : AragonSBKSuperbiketeruelroundWSBK
Maria Grazia Spinelli

The author Maria Grazia Spinelli

Classe 1994, molisana. Da piccola vedevo mio padre seguire la Formula 1 e mi chiedevo cosa lo appassionasse così tanto, poi ho avuto un colpo di fulmine con le due ruote in un pomeriggio d'estate ed ho capito. Qui vi racconto il Mondiale Superbike.