close
4 RuoteF2 & F3Su pista

Correa resta in coma indotto: “Necessarie altre operazioni, condizioni gravi ma stabili”





“Nostro figlio, Juan Manuel, rimane nel reparto di Terapia Intensiva in un ospedale di Londra, in Inghilterra“. Si apre così il comunicato ufficiale con cui la famiglia Correa, dopo quasi una settimana di silenzio dall’ultimo aggiornamento, ha informato il mondo del Motorsport circa lo stato di salute in cui versa Juan Manuel, il pilota coinvolto nello spaventoso schianto che durante Gara 1 della Formula 2 a Spa si è portato via Anthoine Hubert. 

19-09-13-correa

Trasferito nella capitale britannica dopo alcuni giorni di permanenza nell’ospedale di Liegi, il #12 ha visto rinviato l’inizialmente pianificato trasferimento negli States per via delle sue condizioni fisiche, che non essendo migliorate come da aspettativa non sembrerebbero permetterne per ora lo spostamento. “Abbiamo giornate positive ed altre negative, così come abbiamo notti lunghe e notti corte” – si legge ancora nel comunicato – “Però, con il supporto di tutta la comunità del Motorsport, dei nostri amici, della nostra famiglia, del nostro paese e dei nostri fan, continuiamo a pregare per Juan Manuel“. 

“Nostro figlio resta in uno stato di coma e paralisi indotti per far sì che i suoi polmoni possano avere il massimo riposo possibile” – scrivono Juan Carlos e Maria, genitori di Correa – “E’ tenuto costantemente sotto controllo, e mentre alcuni parametri vitali sono migliorati leggermente altri sono altrettanto leggermente peggiorati. I medici ci hanno ricordato che tutto ciò che possiamo chiedere in questo momento è che Juan Manuel abbia dei miglioramenti, per quanto lievi essi possano essere. Le infezioni sono sotto controllo e gli indicatori respiratori rimangono stabili così come i parametri vitali più importanti“.

View this post on Instagram

September 13 Juan Carlos and Maria Correa provide additional information on Juan Manuel Correa: “Our son, Juan Manuel, remains in the Intensive Care Unit at a hospital in London, England with my wife and I at his side. We have good days and bad days as well as long nights and short nights but with the support of the motorsports community, our friends, family, country and fans, we continue to pray for Juan Manuel. Juan Manuel remains in a state of induced coma with paralysis in order for his lungs to get as much rest as possible. Continuing to be assisted by an ECMO machine many of the key vital indicators have improved slightly while others have deteriorated very little. We have been reminded by the doctors that as long as Juan Manuel continues in an upward trend of improvement, even if very little, it is all that we can ask for at the moment. Infections are under control and respiratory indicators remain stable and all vital signs continue to remain consistent and stable. We believe in our son's strength and determination, we see the minor improvement as an indication of him starting to turn the tide in his favor, we just need him to do it a little quicker.  Doctors continue to monitor and change the bandages on the lower legs when necessary and confirm that the fractures are multiple and severe. Additional surgeries will be required once Juan Manuel’s lungs improve to a state that it is safe for doctors to proceed. We would like to thank each and every person that has called, text, sent emails and reached out on social media. We have received and read or continue to read and show all the messages to Juan Manuel. Your messages help him to fight and never give up. This will be the biggest single motivator for Juan Manuel when he regains consciousness. We invite fans and friends to continue to send supportive messages via social media or to Info@JMCorrea.com. Again, thank you for your support.” #StayStrongJM

A post shared by Juan Manuel Correa (@juanmanuelcorrea_) on

“Crediamo nella forza e nella determinazione di nostro figlio, interpretiamo i suoi leggeri miglioramenti come sintomo del suo iniziare a volgere la situazione a suo favore: abbiamo solamente bisogno che lui riesca a fare ciò un po’ più velocemente – si legge ancora nel comunicato diramato tramite post sui profili social di Juan Manuel – “I dottori continuano a monitorare la situazione ed a cambiare le medicazioni alle gambe quando ciò si rende necessario, confermando che le fratture subite sono multiple e gravi. Saranno necessarie ulteriori operazioni una volta che i polmoni di nostro figlio saranno migliorati al punto da consentire ai medici di operare in condizioni di sicurezza”. 

“Vogliamo ringraziare ogni singola persona che ci ha chiamato, ha scritto, ha mandato mail o ci ha raggiunto tramite social media. Abbiamo ricevuto e letto a Juan Manuel tutti i vostri messaggi, che lo aiutano a combattere e a non mollare: tutto ciò sarà sicuramente di ulteriore motivazione per nostro figlio non appena riprenderà conoscenza. Vi ringraziamo di nuovo per tutto il supporto che ci state offrendo“, concludono i genitori del #12 prima di richiudersi un’altra volta in un doloroso silenzio.





Tags : f2Formula 2juan manuel correa
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Classe '93, innamorato da una vita di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", addetto stampa di Tsunami RT ed Enrico Fulgenzi nel Carrera Cup Italia 2019, di Enrico Fulgenzi Racing nel Porsche Sports Cup Suisse 2019, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam, sono partner di RedBull.com e accreditato F1, FE e WRC. Ho fondato FuoriTraiettoria.com perché mi annoiavo a studiare giurisprudenza e su Instagram sono @natalishow.