close
4 RuoteFormula ESu pista

ePrix Uruguay, duello asprissimo tra Vergne e Di Grassi! JEV chiude le porte e vince





Dopo un duello durato dal primo all’ultimo giro, è Jean-Eric Vergne a portare a casa la vittoria. Ma l’onore delle armi va anche a Lucas di Grassi, autore di una serie di attacchi molto aggressivi. Non hanno mollato un attimo. E l’ePrix argentino premia questa coppia.

Formula E, 01 Hong Kong 2017/2018

L’ePrix che archivia la prima parte di stagione (prima del debutto europeo sulle strade di Roma) si tiene a Punta del Este in Formula E. Dopo delle qualifiche serrate, a partire per primo è Jean-Eric Vergne. A fianco a lui c’è Lucas di Grassi, il campione in carica ancora a secco di punti iridati e che ha perso la pole per aver tagliato una chicane. Solo in 6^ posizione Sebastien Buemi, 9° Sam Bird.

Partenza ordinata, con Vergne che mantiene la prima posizione e Di Grassi che resiste a Lynn. Poco dopo Di Grassi si appiccica al retrotreno di Vergne. Rosenqvist scala qualche posizione mentre Bird azzarda un contatto con Lotterer (autore di un controllo meraviglioso). Al giro 3 sventolano bandiere gialle perché Heidfeld parcheggia a bordo pista. Buemi azzarda un sorpasso a Bird e lo tocca, ma è costretto a restituire la posizione. Al giro 4 entra la Safety Car, sempre per colpa di Heidfeld. Al giro 6 riparte e finalmente Bird riesce a passare Lotterer.

Lotterer entra in crisi e viene scalato prima da Rosenqvist e poi da Evans. Buemi fora una gomma e finisce per essere superato sia da Bird sia da Maro Engel e poi viene inghiottito dal gruppo. Al giro 12 entra ai box e cambia macchina. Rosenqvist, in grande spolvero, sorpassa anche Da Costa. Nel frattempo Di Grassi e Vergne continuano a rimanere appiccicato l’uno all’altro: il brasiliano consuma un po’ di più, ma dopo aver risparmiato un giro rilancia la sfida. Dietro di loro si accende un altro duello: quello tra Lynn e Abt.

JEV vince

Inizia la girandola dei pit stop: nemmeno ai box Di Grassi riesce a passare Vergne. Lopez, D’Ambrosio e Prost preferiscono attendere un giro (la regia TV segnala un unsafe release di Lynn). Abt riesce però a issarsi sul podio virtuale. Subito dopo Di Grassi prova a sorpassare Vergne ma non riesce a tenere l’auto all’esterno ed è costretto a una spettacolare derapata. Ma Abt non può approfittare perché è costretto a rientrare ai box: non ha le cinture ben allacciata. Sfilano davanti le DS Virgin con Bird sul podio. Il tedesco è crollato al 15° posto.

Al giro 28 Di Grassi ci prova ma Vergne gli chiude la porta in faccia. Comincia un duello agguerritissimo. Il brasiliano vorrebbe infilarsi in ogni varco, il francese occupa ogni spazio. Il carioca ormai è in palla. Gran sorpasso di Mitch Evans, frattanto: e così la Jaguar scala la 4^ posizione ai danni di Lynn.

Negli ultimissimi giri Di Grassi si scatena. Il Campione in carica non esita a toccare Jean-Eric Vergne ma il francese resiste. E dietro di loro è ormai arrivato anche Sam Bird. Ma alla fine Vergne resiste fino alla fine e porta a casa una meritatissima vittoria. Completa il podio l’ottimo Bird.





Tags : ePrix Punta del EsteJean Eric VergneLucas Di Grassi
Marco Di Geronimo

The author Marco Di Geronimo

Nato a Potenza nel 1997, sono appassionato di motori fin da bambino, ma guido soltanto macchinine giocattolo e una Fiat 600 ormai sgangherata. Scrivo da quando ho realizzato che so disegnare solo scarabocchi. Su Fuori Traiettoria mi occupo di IndyCar e Formula E. Collaboro anche per Talenti Lucani-Passaggio a Sud (www.talentilucani.it).