close
4 RuoteFormula 1GamingSu pista

5 piloti F1 nel secondo Virtual GP: oltre a Norris ci sono Leclerc, Albon, Russell e Latifi





Lando Norris e Nicholas Latifi non saranno più gli unici predicatore nel deserto, nella seconda tappa della F1 Esports Virtual Grand Prix Series. Se il #4 della McLaren ed il #6 della Williams erano stato infatti i soli pilota del Circus a scendere digitalmente in pista durante il Virtual GP del Bahrain, questa volta il britannico ed il canadese saranno affiancati da altri loro colleghi.

Virtual GP

Schierati sulla griglia di partenza del Virtual GP d’Australia assieme a Norris e Latifi ci saranno anche Charles Leclerc, George Russell ed Alexander Albon, pronti a prendere posto negli abitacoli virtuali delle rispettive monoposto. Sono quindi in totale sei i piloti reali di Formula 1 che prenderanno parte al secondo appuntamento del campionato virtuale creato per cercare in qualche modo di arginare l’emorragia di annullamenti dovuti al COVID-19: ai 5 giovani appena citati va infatti nuovamente aggiunto Johnny Herbert, mattatore della prima gara in Bahrain grazie al suo stile di guida funambolico ed…eccentrico.

View this post on Instagram

RIASSUNTO VIRTUAL GP BAHRAIN: – La connessione scarsa riesce a portare acqua in un paese desertico: è la prima volta che in Bahrain vedono così tanti lag; – Lando si disconnette non appena inizia la sessione: è evidente che il server Norrisponde; – L'estremo realismo di F1 2019 è confermato dal fatto che nell'incidente al via una delle auto coinvolte sia una Ferrari; – Herbert in tre giri di gara ha ridisegnato il circuito più volte di Tilke; – Nico Hulkenberg violerà la quarantena solo per andare a tirare uno scappellotto a Beganovic; – Uno dei piloti Williams era un cantante: è dunque per non farlo sentire solo che tutti gli altri se le sono suonate; – Guanyu è stato autore di una prova Zhouperlativa; – Peccato per Norris, ma era evidente che Broadbent in quello spazio lo stesse infiLando; – Speriamo che la F1 ricominci in fretta. Perché se siamo disposti a vedere 14 giri di gara virtuale pur di non rimanere senza vuol dire che di rivedere le macchine in pista ne abbiamo davvero bisogno. #F1EsportsVirtualGrandPrixSeries #VirtualGPBahrain

A post shared by Andare a pesca con un'Audi R18 (@andareapescaconunaudir18) on

Scenario del secondo appuntamento della Virtual GP Series sarà, come detto poco più sopra, il circuito di Albert Park. E’ vero, questa tappa dovrebbe andare a sostituire il GP del Vietnam, ma dato che F1 2019 non ha il tracciato di Hanoi tra quelli disponibili si è deciso di fare un passo indietro e di approdare lì dove il Circus reale fa ormai da anni il suo esordio. Gli orari del Virtual GP d’Australia ricalcheranno quelli già visti in Bahrain: si inizierà alle ore 21:00 di domenica 5 aprile, con una sessione di qualifiche a precedere la gara vera e propria (che stavolta dovrebbe durare 28 giri). Confermate le “specifiche tecniche” del primo appuntamento: i set up saranno vincolati per evitare che i piloti più esperti possano fare la differenza anche solo tramite la messa a punto della monoposto, le vetture avranno tutte lo stesso livello di performance a prescindere dalla scuderia utilizzata, l’ABS ed il Traction Control saranno messi a disposizione dei neofiti ed i danni meccanici saranno limitati per evitare che i 3/4 dello schieramento possano essere messi fuori gioco alla prima curva.



“Dopo il grande successo avuto dall’F1 Esports Virtual Bahrain Grand Prix, siamo emozionati di poter tornare online di nuovo per garantire un po’ d’azione in pista ai fan del Motorsport” – dice Julian Tan, responsabile delle Digital Business Initiatives – “Sta pian piano prendendo forma una griglia composta da stelle della F1 (del presente e del passato) e da famosi personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo”. “Non vediamo l’ora di poter garantire un po’ di intrattenimento tramite gli Esports mentre affrontiamo insieme questo periodo difficile, e speriamo che i fan possano in qualche modo avere la sensazione di essere tornati a seguire uno sport diventato per loro familiare“, ha infine concluso Tan.

L’evento, oltre ad andare in scena sui canali Twitch dei singoli partecipanti e sui canali YouTube, Facebook e Twitch della Formula 1, sarà nuovamente trasmesso da SkySport F1 con il commento di Carlo Vanzini e Matteo Bobbi. I due, oltretutto, rimarranno a commentare anche la seconda corsa virtuale della domenica, quella in cui i piloti Esports più forti del mondo si sfideranno in una gara esibizione che si terrà ancora una volta sull’asfalto virtuale dell’Albert Park. A noi non resta quindi che attendere domenica: sarà riuscito Lando a trovare il modo di avere una connessione di rete decente?





Tags : esportsesports virtual grand prix seriesf1f1 2020virtual gp series
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Classe '93, innamorato da una vita di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", addetto stampa di Tsunami RT ed Enrico Fulgenzi nel Carrera Cup Italia, di Enrico Fulgenzi Racing nel Porsche Sports Cup Suisse, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam, scrivo per RedBull.com e sono accreditato F1, FE e WRC. Ho fondato FuoriTraiettoria.com perché mi annoiavo a studiare giurisprudenza e su Instagram mi chiamo @natalishow