close
4 RuoteSu pistaWEC & Endurance

Nel FIA WEC arriverà la classe “GTP” basata sulle hypercar. E arriverà già dalla stagione 2020/2021





Permettere alle Case automobilistiche di partecipare al Mondiale Endurance – magari lottando anche per la vittoria assoluta – facendo spendere loro 1/4 dell’attuale budget investito nel FIA WEC da parte di Toyota, ultimo baluardo dell’ormai morente classe LMP1 ibrida: è questo l’obiettivo che l’ultimo FIA World Motor Sport Council ha deciso di perseguire già a partire dalla stagione 2020/2021 per garantire il futuro del World Endurance Championship.  

© Marco Van Overbeeke
© Marco Van Overbeeke

Messa in questa termini, la cosa sembrerebbe essere però una pura utopia. Come si potrebbe infatti anche solo pensare ad un’auto capace di insidiare le Toyota TS050 Hybrid-Hybrid senza spendere quanto già investito dal costruttore nipponico? In realtà la risposta a questa domanda, per il World Motor Sport Council, è stata piuttosto semplice da dare: basterà infatti aprire le porte del FIA WEC ad una nuova classe, la “GTP”.

© Marco Van Overbeeke
© Marco Van Overbeeke

Nella neonata categoria del Mondiale Endurance troveranno posto prototipi basati sulle attuali hypercar che le Case producono per i propri clienti, permettendo così ai vari marchi di non spendere cifre esorbitanti per la realizzazione di un progetto ad hoc per il WEC. Il comunicato della FIA recita, testualmente, che potrà esserci “freedom of design based on a hypercar concept”. Vale a dire che, partendo da una base già in possesso delle varie Case, i Reparti Corse potranno sbizzarrirsi per rendere ancora più performanti le hypercar stradali che abbiamo visto nascere nel corso degli ultimi anni. In più, con un’ulteriore modifica del Regolamento Tecnico, verrà data la possibilità ai partecipanti di sfruttare il know-how ibrido di eventuali parti terze – cosa invece attualmente vietata – in modo tale da tentare di calmierare ulteriormente i costi ed attirare così nuovi partecipanti.

© Marco Van Overbeeke
© Marco Van Overbeeke

Ulteriori dettagli circa la nascita della nuova classe “GTP” verranno rilasciati venerdì, nel corso della tradizionale conferenza stampa che l’ACO – che ha collaborato con la FIA alla stesura di questo nuovo regolamento – tiene prima della 24 Ore di Le Mans, ma dalle prime indiscrezioni trapelate sembra che tra i marchi particolarmente interessati alla nascita di questa nuova categoria ci siano Toyota, McLaren, Aston Martin, Porsche e Ferrari. Che magari un pensierino a vitaminizzare ulteriormente le varie Senna, Valkyrie e FXX K lo avevano già fatto da un po’ di tempo…

 





Tags : acofia wecgtpmondiale enduranceworld endurance championship
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Classe '93, innamorato da una vita di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", ho creato FuoriTraiettoria per dirvi la mia sul mondo dei motori in totale indipendenza. Addetto Stampa per la Force India nel GP di Monza 2015 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam ed Addetto Stampa per Honda HRC nel GP di Misano 2016 e nel GP del Mugello 2017.