close
4 RuoteFormula 1Su pista

Hamilton si prende le FP2 del GP di Spagna, ma Vettel e RB si avvicinano. Si ferma Raikkonen





Non sono bastate le FP1 di questa mattina per ripulire a dovere l’asfalto del Montmelò, e così il Circus della Formula 1 si è ritrovato alle prese con una pista difficile e scivolosa anche nel corso della seconda sessione di prove libere del GP di Spagna, terminate come le prime con una Freccia d’Argento davanti a tutti.

1526031523541
© Manuel Goria / Sutton Images

Stavolta è però la W09 Hybrid #44 di Lewis Hamilton ad issarsi in vetta alla classifica, grazie ad un 1’18″259 su gomme Soft che permette all’inglese di precedere Daniel Ricciardo, tornato in pista senza problemi dopo il leggero crash delle FP1, per 133 millesimi. Alle spalle dell’australiano si piazza il suo compagno di squadra Max Verstappen, che a propria volta precede la prima delle Ferrari, ancora una volta la #5 di Sebastian Vettel: il tedesco chiude la sessione in 1’18″585, riuscendo così a tenersi dietro per poco meno di 30 millesimi la W09 di Valtteri Bottas, sceso in 5^ posizione al termine delle FP2. è Kimi Raikkonen, che ha avuto il tempo di far segnare un 1’18″829 prima che un problema alla sua Power Unit non lo costringesse ad abortire la simulazione di gara appena iniziata: dal retrotreno della SF71-H è infatti uscito un pennacchio di fumo bianco – accompagnato da uno strano rumore metallico -, con il #7 che è comunque riuscito a riportare la monoposto ai box in attesa che un’analisi approfondita riveli la natura del problema.

Alle spalle del finnico c’è il duo della Haas, con Grosjean a precedere Magnussen per 64 millesimi, mentre è uno Stoffel Vandoorne apparso in netta ripresa dopo il difficile weekend di Baku. La top ten provvisoria è completata da Sergio Perez, che dopo aver fatto segnare un 1’19″962 è stato costretto ad abbandonare anzitempo la sessione a causa del difettoso montaggio della sua anteriore sinistra. 

dc7bstjw4aeiloc

Appena fuori dai primi dieci si piazza l’altra VJM11, quella di Esteban Ocon, inseguito da Fernando Alonso (12° in 1’20″035) e da Nico Hulkenberg, che rispetto alla prestazione mattutina guadagna 4 posizioni. 4 posizioni che sono le stesse che invece perde Pierre Gasly, 14° al termine delle FP2 in virtù del suo 1’20″373, con la sua STR13 inseguita dalla coppia Alfa Romeo Sauber, con Ericsson che questa volta precede Leclerc per poco più di un decimo. Passo indietro anche per Carlos Sainz, 17° in 1’20″672, mentre Brendon Hartley si ferma in 18^ posizione davanti al duo Williams, mestamente ultimo e con Stroll a precedere Sirotkin, tornato al volante della FW41 al posto di Robert Kubica.

Per quanto riguarda il passo gara, Mercedes, Ferrari e Red Bull appaiono ora più vicine – al netto ovviamente di mappature e di carichi di benzina – di quanto non lo sembrassero questa mattina. Il giro più veloce della simulazione gara lo ha infatti siglato Max Verstappen in 1’20″6 (usando gomme Soft), ma Vettel qualche passaggio prima aveva chiuso in 1’20″9 ed anche Hamilton si è mostrato capace di girare sullo stesso passo. Impressiona la W09 di Bottas su gomme Medie – il #77 è stato in grado di girare costantemente sull’1’21″5-1’21″alto -, mentre le Frecce d’Argento sembrano patire un po’ di più il confronto con Ferrari e RB nel momento in cui si calzano le SuperSoft. Proprio per questo motivo si ipotizza che più di qualcuno possa tentare di qualificarsi nel Q2 con mescola Soft, in modo tale da “aggirare” la SuperSoft ed evitarne il graining, presente soprattutto sull’anteriore sinistra. 

Ecco la classifica completa al termine delle FP2:

dc7efsew0aa3jgj




Tags : f1formula 1fp2 gp spagnagp spagnarisultati fp2 gp spagna
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Classe '93, innamorato da una vita di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", addetto stampa di Tsunami RT ed Enrico Fulgenzi nel Carrera Cup Italia 2019, di Enrico Fulgenzi Racing nel Porsche Sports Cup Suisse 2019, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam, sono partner di RedBull.com e accreditato F1, FE e WRC. Ho fondato FuoriTraiettoria.com perché mi annoiavo a studiare giurisprudenza e su Instagram sono @natalishow.