close
4 RuoteFormula 1Su pista

Vettel mastica amaro: “Leclerc avrebbe dovuto superarmi prima. Bel giro, ma senza scia”





Alla fine della fiera, il più deluso è forse Sebastian Vettel. Il tedesco, costretto – per ora – a partire dalla 4^ posizione dopo aver visto sfumare la possibilità di migliorare il proprio 1’19″457 per via del caos andato in scena durante l’ultimo tentativo delle qualifiche, non si è presentato con il più ampio dei sorrisi davanti alle telecamere che lo attendevano una volta sceso dalla monoposto.

© Scuderia Ferrari Press Office
© Scuderia Ferrari Press Office

Il #5 della Ferrari – che nel marasma finale si è sbracciato più volte nel tentativo di convincere Sainz ed Hulkenberg a lasciargli pista libera – è parso infatti piuttosto deluso per la propria posizione di partenza, che lo costringerà nel GP di domani ad avere la meglio di entrambe le Mercedes. Il rimpianto, per Vettel, aumenta soprattutto alla luce del fatto che il suo crono sia stato effettuato senza il supporto di alcuna scia: il 4 volte campione del mondo, nel corso di un primo tentativo segnato anche da un leggero bloccaggio in apertura del giro di lancio, ha siglato un crono più lento di appena 150 millesimi rispetto a quello di Leclerc senza però avere il “traino” di nessuno davanti a sé, ed è dunque consapevole del fatto che quel crono avrebbe potuto sicuramente essere ritoccato al ribasso.

E sembra proprio che sia stata la mancanza di una scia offerta dal proprio compagno di team ad aver lasciato l’amaro in bocca a Vettel, che non usa infatti troppi giri di parole per descrivere quanto accaduto. Io stavo cercando di farmi spazio, ma davanti a me ho trovato una McLaren ed una Renault che ostruivano il passaggio. Alla fine, come tanti, non sono riuscito a chiudere un secondo tentativo. La qualifica è sicuramente andata bene per il team, e io personalmente sono contento della macchina – ha esordito il #5 – Leclerc, però, avrebbe dovuto starmi davanti sin da subito. E’ stato totalmente inutile aspettare così tanto, perché nel corso dell’ultimo giro abbiamo tutti fatto tardi. Sono stato sorpreso di essere stato superato così tardi”. “Ho fatto un giro totalmente in solitaria nel primo tentativo” – ha proseguito il tedesco – Nessuno mi ha dato la scia, non abbiamo attuato quello che avevamo preparato a tavolino. La scia oggi si traduce nella differenza tra una Pole Position ottenuta ed una Pole Position mancata”. “La gara? Per fortuna ho un buon passo gara e dunque sono fiducioso, ma sarebbe sicuramente stato tutto più semplice se fossi partito più avanti“, ha laconicamente concluso il tedesco.





Tags : f1formula 1GP ItaliaMonzasebastian vettel
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Classe '93, innamorato da una vita di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", addetto stampa di Tsunami RT nel Carrera Cup Italia, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam, sono partner di RedBull.com e accreditato F1. Ho fondato FuoriTraiettoria.com perché mi annoiavo a studiare giurisprudenza e su Instagram sono @natalishow.