close
4 RuoteFormula 1Su pista

Leclerc e Vettel in coro: “SF1000 migliorata, ma bisogna capire meglio gli aggiornamenti”





E’ andato in archivio con una 9^ ed una 16^ posizione nelle FP2 il venerdì del GP di Stiria per la Scuderia Ferrari. Charles Leclerc e Sebastian Vettel, capaci di chiudere rispettivamente all’interno ed all’esterno della top ten, sono scesi in pista sull’asfalto del Red Bull Ring a bordo di una SF1000 piuttosto rimaneggiata diverso ad una settimana fa.

Ferrari
© Scuderia Ferrari Press Office

Come più volte anticipato nel corso dei giorni passati, infatti, il Cavallino Rampante è effettivamente riuscito ad introdurre prima di quello che era il fatidico GP d’Ungheria alcune di quelle novità tecniche che Mattia Binotto aveva annunciato prima della trasferta austriaca. L’appena trascorso venerdì, per la Scuderia Ferrari, è stato quindi un momento fondamentale per effettuare valutazioni: doveva infatti essere la pista a dimostrare se – e quanto – la SF1000 fosse migliorata rispetto all’uscita d’esordio di questo 2020.

“Direi che è stata una giornata piuttosto difficile, anche se nella parte finale delle sessioni abbiamo notato alcuni progressi nelle fasi in cui imbarchiamo molto carburante – ha commentato Charles Leclerc“Vedremo se, a seconda delle condizioni atmosferiche, saremo in grado di migliorare la nostra performance anche in quei momenti in cui abbiamo poca benzina. C’è sicuramente del potenziale negli aggiornamenti che abbiamo portato questa settimana, ma dobbiamo continuare a lavorarci su per metterli a punto e capire nel dettaglio tutto quello che possono darci”. “Sono abbastanza contento se penso all’eventualità di una pista bagnata: spero che piova ma non troppo, in modo tale da permetterci di scendere in pista. Poi vedremo dove saremo sullo schieramento”, ha concluso il monegasco.

A confermare un generalizzato miglioramento della vettura ha poi provveduto Sebastian Vettel, chiamato a riscattare l’opaca prestazione messa in mostra domenica scorsa. “La SF1000 mi ha trasmesso sensazioni decisamente migliori rispetto a quelle di una settimana fa” – ha detto il #5 della Ferrari – “Fin dall’inizio della giornata mi è parso di guidare una vettura diversa, e mi sono trovato a mio agio costantemente. A questo punto non mi resta che sperare che le cose non cambino“. “Se ci limitiamo a guardare i tempi non possiamo certo definire una grande giornata questo venerdì” – ha proseguito il tedesco, il cui miglior tempo è stato cancellato per violazione dei track limits“Il mio giro più veloce però è stato annullato, ed oltretutto non abbiamo lavorato in funzione delle qualifiche. L’obiettivo principale di oggi era infatti valutare gli aggiornamenti che sono stati introdotti questa settimana. Li abbiamo montati in vettura uno dopo l’altro e sembrano funzionare correttamente, ma dobbiamo guardare attentamente i dati per riuscire ad avere una vettura in grado di offrirci la performance migliore”.

“Ho provato anche alcune regolazioni sul bilanciamento dei freni e devo ancora lavorarci su per trovare il giusto ritmo. A parte questo è stato un venerdì piuttosto normale. Ora pensiamo a domani e vediamo quanto bagnato avremo: si tratta di un fattore che potrebbe rimescolare parecchio le carte“, ha infine chiuso Vettel concordando quindi con quanto affermato da Leclerc.





Tags : charles leclercf1f1 2020scuderia ferrarisebastian vettel
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Innamorato dal 1993 di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", addetto stampa di Tsunami RT ed Enrico Fulgenzi Racing nel Porsche Carrera Cup Italia e nel Porsche Sports Cup Suisse, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam, sono Editor per RedBull.com, sono accreditato F1, FE e WRC e faccio parte del Media Staff dell'Autodromo Nazionale Monza. Ho fondato FuoriTraiettoria.com mentre ero impegnato a laurearmi in giurisprudenza e su Instagram sono @natalishow