close




La Formula E scala il tetto del mondo. Dall’anno prossimo sarà «Campionato mondiale». Al pari della Formula 1, del WEC, del WRC, e più sopra anche della Formula 2 e della Formula 3.

Audi Media Center
Audi Media Center

A Place de la Concorde sorrisi e strette di mano suggellano l’accordo. La FIA firma per mano di Jean Todt, il Presidente che anni fa decise di fondare il campionato. E per le monoposto al litio c’è il solito Alejandro Agag, quell’Ecclestone elettrico che segue la categoria dagli albori.

Dalla stagione 2020/2021 il vincitore della Formula E si fregerà del titolo di Campione del mondo. Lo stesso privilegio garantito agli assi del rally, dell’endurance, del turismo. E soprattutto ai titolati della Formula 1.

«Quest’accordo porta la Formula E al massimo livello dell’automobilismo sportivo» commenta Agag. «Ora possiamo dire d’avercela fatta. Ma è solo l’inizio di un nuovo capitolo sotto l’egida di ABB FIA Formula E World Championship».

«Nel giro di poco tempo la seria si è dimostrata interessante per l’industria automobilistica» aggiunge Todt. Proprio quest’anno si sono aggiunti alla lista dei competitor PorscheMercedes in veste ufficiale. «Accolgo la Formula E con tutto il cuore nel novero dei campionati del mondo FIA».

La Formula E diventa Campionato del Mondo!

Autosport riporta che la Formula E rispettava i criteri per assurgere a trofeo globale fin dalla seconda stagione (quattro costruttori e gare su tre continenti). Ma «il ritardo nel passaggio di grado [pare sia] correlato [alla richiesta di] tasse d’iscrizione più alte per i team concorrenti».

Proprio perché non rispettano tali criteri, altri Campionati di calibro, in primis l’IndyCar Series, ma anche le Formule 2 e 3, non possono accedere a questo prestigioso riconoscimento. Nessun confonda fischi per fiaschi: nulla c’entra e nulla vale la cosiddetta Coppa del Mondo FIA di F3, cioè il Gran premio di Macao.

La decisione ufficiale è stata presa dal Consiglio Mondiale degli Sport motoristici della FIA, e a margine si è tenuta la firma dell’accordo tra Agag e Jean Todt.





Tags : ABB FIA FE World ChampionshipCampionato del mondo Formula EfeFormula E
Marco Di Geronimo

The author Marco Di Geronimo

Nato a Potenza nel 1997, sono appassionato di motori fin da bambino, ma guido soltanto macchinine giocattolo e una Fiat 600 ormai sgangherata. Scrivo da quando ho realizzato che so disegnare solo scarabocchi. Su Fuori Traiettoria mi occupo di IndyCar e Formula E. Collaboro anche per Talenti Lucani-Passaggio a Sud (www.talentilucani.it). Ho scritto pure per Onda Lucana e per Leukòs.