close
4 RuoteFormula 1Su pista

Rivoluzione in Ferrari: Binotto prende il posto di Arrivabene!





Per il momento non c’è ancora l’ombra di un comunicato ufficiale da parte dei diretti interessati, eppure la notizia sembra essere certa: Mattia Binotto, già a partire dalla stagione 2019, prenderà il posto di Maurizio Arrivabene al vertice della Scuderia Ferrari.

ferrari_arrivabene_binotto_twitter_2019

La “bomba” di mercato è stata sganciata questa mattina da parte de La Gazzetta Dello Sport, che prendendo tutti in contropiede ha annunciato il cambiamento rivoluzionario che starebbe per consumarsi in quel di Maranello. Troppe sarebbero state le divergenze di vedute tra Arrivabene e Binotto nel corso della seconda parte del Mondiale 2018, troppo elevati i rischi insiti nel continuare a gestire una Scuderia di vertice come la Ferrari con un dualismo che si è clamorosamente accentuato a seguito della prematura scomparsa di Sergio Marchionne: lecito supporre che John Elkann, nel corso delle vacanze di Natale, abbia riflettuto a lungo su questa situazione ed abbia infine deciso di supportare Mattia Binotto piuttosto che Maurizio Arrivabene, la cui gestione della Scuderia nel corso degli ultimi mesi aveva suscitato non pochi malumori. 

All’interno dell’asfissiante vuoto di potere seguito alla dipartita di Marchionne non sembra ci sarà poi spazio per un ruolo “alla Binotto”. Il tecnico reggiano, stando alle indiscrezioni riportate da Motorsport.com, non sembra infatti intenzionato a nominare un Direttore Tecnico, preferendo piuttosto responsabilizzare maggiormente alcuni ruoli – come ad esempio quello del capo del Reparto Motoristi – che renderanno conto del proprio operato solamente a lui, solamente al Team Principal.

Nell’attesa di un comunicato ufficiale che possa comunque fare chiarezza anche circa il ruolo futuro di Arrivabene, il mondo del Motorsport già si spacca nel valutare questa operazione: una scelta affrettata e presa in un momento non troppo favorevole della stagione, dato che le energie del team non dovrebbero essere assorbite da null’altro che non sia il progetto 670, oppure la semplice esplicitazione di una decisione presa diverso tempo fa e che ha avuto solamente bisogno di qualche mese per maturare?





Tags : f1ferrariformula 1Mattia BinottoMaurizio Arrivabenescuderia ferrari
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Classe '93, innamorato da una vita di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", ho creato FuoriTraiettoria per dirvi la mia sul mondo dei motori in totale indipendenza. Addetto Stampa per la Force India nel GP di Monza 2015 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam ed Addetto Stampa per Honda HRC nel GP di Misano 2016 e nel GP del Mugello 2017.