close
4 RuoteFormula ESu pista

Mitch Evans strappa a Lotterer l’ePrix di Roma!





Mitch Evans vince l’ePrix di Roma dopo un confronto serrato con André Lotterer! I due piloti si sono dati a sportellate per tutta la gara, ma alla fine ha prevalso il neozelandese. Vero è che è stato aiutato dall’attack mode. Vero anche che la manovra di Evans è stata spettacolare, di grande aggressività e capace di strappare a Lotterer una vittoria che sembrava avere in pugno!

Mitch Evans strappa a Lotterer l'ePrix di Roma!

Fin dall’inizio la gara è stata tormentata. L’asfalto era viscido per le recenti piogge e la partenza è stata scoppiettante. A pagare per i propri errori sono stati Max Gunther e Sam Bird. Gunther è andato in testacoda a causa della pista umida, e Bird invece ha perso la vettura ed è andato a muro. Ma il vero disastro si innesca dopo due minuti di corsa, quando Lopez finisce a muro e innesca un crash a catena con Paffett e Vergne. A questo punto viene esposta la bandiera rossa. Le ostilità riprendono dopo tre quarti d’ora.

Il resto della gara si corre all’insegna del duello tra André Lotterer e Mitch Evans. La vittoria però va al neozelandese. Sotto gli occhi del suo mentore, Mark Webber ospite ai box, Evans scalda gli animi a metà corsa con un serrato confronto col pilota belga. Evans riesce a strappare la prima posizione al rivale grazie all’attack mode. Il pilota della DS Techeetah è costretto ad arrendersi dopo aver cercato in tutti i modi di arginare il neozelandese.

Lotterer conclude quindi 2° dopo una gara perfetta. Dopo aver conquistato la pole position, il tedesco ha provato a riprendersi la testa della corsa marcando a uomo Evans. Nelle ultime battute dell’ePrix ha addirittura usato in sequenza i suoi due attack mode. Purtroppo non è stato abbastanza aggressivo da strappare il sorpasso: ed Evans ha acceso il suo secondo attack mode quando Lotterer spegneva il suo. Nonostante preoccupazioni per il livello di batteria, il pilota della DS Techeetah è riuscito comunque ad arrivare secondo.

Chiude il podio Stoffel Vandoorne. L’alfiere della HWA è sempre stato vicino ai primi ma non è mai riuscito a contendere la vittoria. D’altronde il ritmo imposto dal duo di testa era davvero formidabile. E il confronto si è giocato sul filo del rasoio, con distacchi spesso inferiori al secondo. Insomma, era la giornata di Evans e Lotterer.

Non è un caso che gli altri conduttori siano incappati in diversi incidenti. Basta ricordare il crash di Daniel Abt al 32’ di gara, che gli ha compromesso l’ePrix. Particolari problemi anche in casa Venturi, che ha costretto al ritiro per guasti tecnici sia Edoardo Mortara sia Felipe Massa. Bisogna ricordare anche una sbavatura di Jean-Eric Vergne. Mandata in pista la Full Course Yellow a causa del ritiro di Massa, Vergne ha sorpassato Da Costa quando era ormai vietato. E così è finito pure sotto investigazione.

Adesso cambia anche la classifica, che allo scorso ePrix si era molto accorciata. Non che si allunghi di molto… Jerome d’Ambrosio raggiunge la 1^ posizione (65 pt), sorpassando di una lunghezza Antonio Felix Da Costa. Lotterer fa un grande balzo in avanti (3° a quota 62). Anche Evans migliora molto la propria posizione: è 4° con 61 punti. Molti dei primi sono arrivati fuori dai punti a questa tappa, il che ha permesso per esempio la scalata di Di Grassi (5° a 58), di Robin Frijns (6° a 55).

Tra i costruttori, la Virgin Racing rimane in testa davanti a tutti con 109 punti, inseguita dalla DS Techeetah a quota 103 e da Mahindra e Audi Abt appaiate a quota 102. Insomma, il campionato è sempre più serrato e rimane apertissimo. Vedremo quali sviluppi si registreranno in futuro.

Classifica ePrix Roma




Tags : André LottererMitch Evansrome eprix
Marco Di Geronimo

The author Marco Di Geronimo

Nato a Potenza nel 1997, sono appassionato di motori fin da bambino, ma guido soltanto macchinine giocattolo e una Fiat 600 ormai sgangherata. Scrivo da quando ho realizzato che so disegnare solo scarabocchi. Su Fuori Traiettoria mi occupo di IndyCar e Formula E. Collaboro anche per Talenti Lucani-Passaggio a Sud (www.talentilucani.it), e per Leukòs (https://leukos.home.blog/). Ho scritto pure per Onda Lucana.