close
4 RuoteF2 & F3Su pista

Monaco, Hubert vince Gara 2 per 59 millesimi!





Grandissima prestazione del rookie francese Anothoine Hubert che, dopo un convincente avvio di stagione, riesce a portarsi a casa la prima vittoria in categoria proprio tra le stradine del Principato. Latifi resta in testa al mondiale, piccolo infortunio per Tatiana Calderon.

f2monaco2019

 

Archiviate le molteplici polemiche sviluppatesi attorno a Gara 1, è un bellissimo duello finale a caratterizzare la Sprint Race monegasca: nelle ultime tre tornate Louis Delétraz ha posto un’enorme pressione nei confronti del Campione GP3 2018 il quale, nonostante un paio di bloccaggi alla chicane del Porto, è riuscito a difendersi egregiamente chiudendo davanti allo Svizzero di Carlin per appena 59 millesimi di secondo. Chiude il podio Guanyu Zhou con l’ennesima solida prestazione, questa volta in difesa nei confronti di Artem Markelov, a confermare il talento del giovane Cinese.

 

Chiude dunque in quarta piazza il rientrante Markelov che, nonostante la posizione persa al via nei confronti di Zhou, è riuscito a riambientarsi immediatamente nell’abitacolo delle Formula 2.
Distaccato di ben dieci secondi dal gruppo in volata, passa quinto sotto la bandiera a scacchi Dorian Boccolacci che sin dalle prime tornate ha dimostrato di non riuscire a tenere il passo dei primi. Sesta piazza aggiudicatasi da Sergio Sette Camara che riesce a contenere gli attacchi di Nyck De Vries, settimo al traguardo. L’Olandese assaporava già la leadership iridata ma proprio all’ultima tornata Nicholas Latifi è riuscito a mettere a segno il miglior crono spodestando immediatamente dal vertice l’alfiere Prema grazie ai due punti iridati garantitegli dal giro veloce.
Chiude la zona punti Nikita Mazepin.

Gara -come facilmente prevedibile- estremamente travagliata per Luca Ghiotto che, nel cercare di farsi largo in mezzo al gruppo a causa della partenza dall’ultima piazzola in griglia, arriva al contatto prima con Tatiana Calderon a Mirabeau e poi con Mahaveer Raghunathan al Loews. La pilota colombiana, finita contro le barriere, torna ai box con un polso dolorante, sul quale applica immediatamente del ghiaccio. L’infortunio pare comunque abbastanza leggero per permetterle di gareggiare nel prossimo appuntamento di Le Castellet. Posta under investigation è stata la manovra ai danni del driver indiano, effettivamente un po’ forzata e che ha causato il ritiro per entrambe le monoposto. I commissari dunque ascolteranno i due piloti e decideranno se e come procedere nei confronti di Ghiotto per quella che potrebbe tradursi in una penalità in griglia per il prossimo GP.

 

f2monaco2019hubert

 

Deplorevole ed inaccettabile infine il comportamento di Raghunathan che, dopo aver rovinato prima le qualifiche e poi gara uno a Jack Aitken, taglia platealmente la Santa Devota per guadagnare qualche posizione al via. Solo 10 secondi sono la penalità comminata all’Indiano nei confronti del quale bisognerebbe invece intervenire molto più drasticamente.

La situazione mondiale al termine del quarto appuntamento stagionale vede: Latifi al comando con 95 punti insidiato da De Vries a quota 94. Fermi ma non per questo esclusi dalla lotta iridata Ghiotto e Aitken che annoverano rispettivamente 67 e 62 punti.

Di seguito la classifica completa della Sprint Race di Montecarlo:

f2monaco20191




Tags : f2 2019Formula 2monaco gp
Carlo Ferraro

The author Carlo Ferraro

Classe tanta e '96, comincio a seguire la Formula 1 a sette anni per poi espandermi verso altre categorie nel corso del tempo, fino a far diventare il motorsport parte integrante della mia quotidianità. Sono editor della pagina Facebook Andare a Pesca con un'Audi R18 e su Fuori Traiettoria copro la Formula 2, ma occasionalmente porto anche altri articoli motoristici di qualsiasi genere.