close




Ci sono voluti 35 anni, ma alla fine il mito è caduto: Stefan Bellof, da oggi, non è più l’uomo più veloce della Storia tra le cicatrici d’asfalto della Nordschleife. Porsche ha infatti appena ufficializzato il crono che la sua vettura laboratorio, quella 919 Hybrid EVO che aveva già conquistato SPA-Francorchamps, ha fatto segnare sui 20,832 km del Nurburgring. Ed è un crono che, seppure in qualche modo atteso, lascia esterrefatti.

© Porsche Pit Press
© Porsche Pit Press

5’19”546. E’ questo il limite che chiunque vorrà addentrarsi nelle viscere dell’Inferno Verde dovrà tenere come riferimento da ora in avanti. Timo Bernhard, pilota 37enne tedesco vecchia conoscenza del programma LMP1 di Porsche, ha letteralmente sbriciolato il muro dei 6′, andando ad abbassare di quasi 1′ netto il record messo a segno da Bellof il 28 maggio del 1983 nel corso delle qualifiche della 1000 km del ‘Ring.

Per ora, nell’immediatezza della notizia, nessuno tra le fila di Porsche ha rilasciato dichiarazioni, anche se c’è da pensare che ovviamente ci sia soddisfazione per aver ribadito un primato che nessuno era riuscito non solo ad intaccare, ma neppure ad avvicinare né dal punto di vista velocistico né dal punto di vista romantico. Punto di vista, quest’ultimo, dal quale probabilmente persino l’odierno 5’19” paga qualcosa…





Tags : nordschleifenurburgringporscheporsche 919 hybrid evorecord nurburgring
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Classe '93, innamorato da una vita di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", ho creato FuoriTraiettoria per dirvi la mia sul mondo dei motori in totale indipendenza. Addetto Stampa per la Force India nel GP di Monza 2015 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam ed Addetto Stampa per Honda HRC nel GP di Misano 2016 e nel GP del Mugello 2017.