close
4 RuoteFormula 1Su pista

Vettel: “Credo di rivedere molto di me in Charles. Il podio sfumato? Avrà altre occasioni”





Praticamente mezzo mondo ha avuto la possibilità di ascoltare il team radio con cui Charles Leclerc, al termine del convulso Gran Premio di Turchia, si è letteralmente dato del “coglione” per aver gettato alle ortiche un podio andando alla ricerca della 2^ posizione. Il #16, che era riuscito a superare Sergio Perez proprio nel corso dell’ultimo giro, alla penultima curva ha commesso un errore in frenata che gli è costato non solo la piazza d’onore proprio nei confronti del messicano, ma anche il gradino più basso del podio. 

Vettel
© Sutton Images

A chiudere il GP 3° è stato infatti Sebastian Vettel, sufficientemente vicino al compagno di team nelle concitate fasi finali della corsa per approfittare di un simile errore. Leclerc, che si è immediatamente detto contento per il risultato ottenuto dal #5, non ha risparmiato nei confronti di se stesso diverse critiche, paragonando l’errore commesso a Istanbul Park a quello che, nel 2019, lo spedì contro le barriere durante le qualifiche del GP di Baku. Il primo a sostenere però che il podio sfumato in Turchia non debba dare troppo pensiero al #16 è stato proprio Sebastian Vettel, secondo il quale la giovane età del monegasco gli consentirà di rifarsi molto presto e sicuramente a lungo.

“Non credo che quello che è successo nelle ultime curve avrà qualche ripercussione sul nostro rapporto” – ha esordito Vettel replicando a chi gli chiedeva quali conseguenze avrebbe potuto avere la manovra su Leclerc – “La Turchia per me è un posto molto speciale perché è dove è iniziato tutto. E, guardandomi indietro, credo di rivedere molto di me in Charles, ora che lo ho come compagno di squadra”. “E’ molto più giovane di me, è davvero veloce e credo che per lui l’essere o non essere sul podio della Turchia possa essere abbastanza irrilevante – ha proseguito il tedesco – “Ha davvero moltissimi anni di carriera davanti a lui, e sono sicuro che per lui ci saranno ancora molti altri podi“. 

“Certo, è giusto che si sia arrabbiato – ha detto il #5 del Cavallino Rampante – “Ha commesso un errore e a causa di ciò ha perso il podio ma, come ho già detto, vedendo le cose da una prospettiva più ampia il risultato della Turchia per lui è irrilevante. Il sorpasso? Credo di essere maturo abbastanza da non permettere a una situazione simile di aumentare la tensione tra noi due”. “Sono felice per tutto ciò che ottiene e per tutto ciò che riuscirà a conquistare perché è un bravo ragazzo. Di certo quella della Turchia è stata una gara difficile e intensa per tutti, siamo stati davvero vicini a gettare tutto alle ortiche diverse volte e in vari momenti della corsa. E’ chiaro però che faccia più male quando l’errore che rovina il risultato arriva proprio nel corso dell’ultimo giro”, ha infine concluso il 4 volte Campione del Mondo.

 





Tags : charles leclercf1f1 2020formula 1gp turchiasebastian vettel
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Innamorato dal 1993 di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", addetto stampa di Tsunami RT ed Enrico Fulgenzi Racing nel Porsche Carrera Cup Italia e nel Porsche Sports Cup Suisse, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam, sono Editor per RedBull.com, sono accreditato F1, FE e WRC e faccio parte del Media Staff dell'Autodromo Nazionale Monza. Ho fondato FuoriTraiettoria.com mentre ero impegnato a laurearmi in giurisprudenza e su Instagram sono @natalishow