close
4 RuoteF2 & F3Su pista

Raghunathan sospeso per una gara dopo l’ennesima folle penalità





Mahaveer Raghunathan, con ogni probabilità il pilota più lento ad aver mai preso parte al campionato di Formula 2, non potrà prendere il via del Gran Premio d’Austria dopo l’ennesima penalità comminatagli al termine della Feature Race di Le Castellet. I commissari hanno infatti notato che il pilota indiano ha infranto la procedura di Virtual Safety Car in tutte e tre le occasioni in cui è entrata in azione nel corso di Gara 1 in Francia.

rag2

 

Raghunathan, oltre a vedersi aggiunti 15 secondi al suo tempo di gara, ha pagato queste infrazioni con nove punti totali sottratti dalla propria licenza, incorrendo pertanto in un race-ban.
Per coloro che non sono particolarmente avvezzi alla categoria questa penalità potrebbe sembrare esagerata, ma i commissari hanno preso in considerazione anche i molteplici e gravissimi precedenti che ha accumulato in questi primi cinque appuntamenti nella categoria.

Il pilota indiano ad esempio, costantemente ultimo e più volte doppiato sotto la bandiera a scacchi, è arrivato ad accumulare ben 17 secondi di distacco da Latifi -vincitore della Sprint Race di Baku- nei soli ultimi due giri della gara, dopo che una Safety Car aveva ricompattato il gruppo. Inoltre, in ogni sessione di qualifiche, fatica ad entrare nel limite del 107%, cosa estremamente grave in un campionato monomarca.

Ma la mancanza di velocità non è il primo dei suoi problemi: al termine della Sprint Race del Baharain i commissari hanno notato uno strano avvenimento: la MP Motorsport dell’Indiano era passata due volte sotto la bandiera a scacchi, completando così un giro extra a velocità di gara, comportando enormi rischi per i commissari e gli altri piloti. Raghunathan si presenta così a Baku con 10 posizioni di penalità in griglia, completamente inutili dal momento che viene costretto a partire dalla pitlane per non essersi fermato alla procedura del peso nel corso delle Prove Libere.
Nel corso del weekend azero gli viene inoltre comminata un’ulteriore penalità di cinque secondi per aver sorpassato Guanyu Zhou in regime di Safety Car, venendo così retrocesso da ultimo ad ultimo.

rag1

 

Nel corso delle qualifiche di Monaco Mahaveer, durante il proprio cool-down lap, rimane in traiettoria per tre curve, bloccando così il giro lanciato di Jack Aitken, uno dei contendenti al titolo, che si vede pertanto relegato nelle retrovie. Non contento, Raghunathan in gara tampona l’Anglo-Coreano che lo aveva appena doppiato, costringendolo al ritiro. I commissari gli infliggono un Drive Through, tradotto poi in 20 secondi aggiunti al proprio tempo di gara, ancora una volta inutilmente data la sua già ultima posizione in classifica.
Sempre nel medisimo GP del Principato, in entrambe le gare l’Indiano ha tagliato di proposito la Santa Devota al via, così da guadagnare illecitamente alcune posizioni. Altre due penalità gli vennero ovviamente inflitte, con 5 secondi da scontare al pit stop di Gara 1 e con tre posizioni in girglia per Le Castellet comminategli per la manovra della Sprint Race monegasca.

 

Riuscirà la FIA ad escluderlo dalla categoria -che ricordiamo essere la porta d’accesso per la Formula 1- come successe con Yugi Ide nel 2006, salvando così la reputazione della F2? Ai posteri l’ardua sentenza, ma per il momento si vocifera già di un ritorno di Markelov per sostituire l’Indiano in terra austriaca.





Tags : f2 2019Formula 2raghunathan
Carlo Ferraro

The author Carlo Ferraro

Classe tanta e '96, comincio a seguire la Formula 1 a sette anni per poi espandermi verso altre categorie nel corso del tempo, fino a far diventare il motorsport parte integrante della mia quotidianità. Sono editor della pagina Facebook Andare a Pesca con un'Audi R18 e su Fuori Traiettoria copro la Formula 2, ma occasionalmente porto anche altri articoli motoristici di qualsiasi genere.