close
4 RuoteFormula 1Su pista

Le FP2 di Singapore se le prende Hamilton, che spaventa anche in ottica gara. 3° Vettel





C’è Lewis Hamilton in vetta alla classifica delle FP2. Il #44 della Mercedes ha conquistato la prima posizione in virtù dell’1’38″773 fatto segnare al termine della simulazione di qualifica, riuscendo così a staccare per 184 millesimi la Red Bull RB15 di Max Verstappen.

© LAT Images
© LAT Images

L’olandese è stato l’unico pilota a sembrare in grado di impensierire il #44 sul giro secco, dato che già a partire dalla terza posizione i distacchi si rivelano quasi abissali. Sebastian Vettel – che, come Leclerc, ha la scusante di aver completato la propria simulazione di qualifica con delle gomme Soft che avevano alle spalle due tentativi abortiti – ha infatti chiuso la seconda sessione di prove libere in 1’39″591, buscandosi così oltre 8 decimi dal crono dell’inglese pur riuscendo a precedere per poco più di 30 centesimi la seconda delle Mercedes, quella di Valtteri Bottas. Il #77 – tornato regolarmente in pista dopo l’incidente di cui si era reso protagonista nel corso delle FP1 – non è andato oltre un 1’39″894 di poco più rapido rispetto all’1’39″943 messo a segno da un Alexander Albon autore di un fuoripista costato a Red Bull Racing un’ala anteriore, mentre si è accontentato della 5^ piazza Charles Leclerc. Il #16 della Ferrari, così come Vettel, non ha avuto la più lineare delle simulazioni di qualifica a causa del traffico incontrato, e dunque è lecito pensare che l’1’40″018 con cui ha concluso la sessione non sia totalmente veritiero del suo stato di forma.

è un ottimo Carlos Sainz, che grazie al suo 1’40″145 si tiene dietro un positivo Nico Hulkenberg – apparso finora particolarmente voglioso di ben figurare – ed il compagno di team Lando Norris, 9° in 1’40″361. A completare la top ten virtuale provvede invece Pierre Gasly, che porta la sua STR14 in 10^ posizione grazie all’1’40″637 messo a segno durante la simulazione di qualifica.

Appena fuori dai primi dieci c’è l’altra Toro Rosso, quella di Daniil Kvyat, mentre 12° in 1’40″811 è Daniel Ricciardo, riuscito in queste FP2 a mettersi dietro la Racing Point di Perez, protagonista assieme a Kevin Magnussen di un’incomprensione che per poco non spediva a muro la VF-19 del danese.

14° posto poi per Antonio Giovinazzi, capace di mettersi alle spalle Lance Stroll e soprattutto – con l’obiettivo di ben figurare in ottica mercato – il compagno di squadra Kimi Raikkonen, 16° in 1’41″232. Solamente 17° è invece Romain Grosjean (autore di un testacoda privo di conseguenze), mentre George Russell è bravo nel togliersi dalla prima fila virtuale grazie alla sua 18^ piazza che gli consente di mettersi dietro Kevin Magnussen e Robert Kubica, ultimo in 1’42″117 ed unico pilota ad accusare oltre 3″ di ritardo dalla vetta.

Per quanto riguarda il passo gara, a spaventare è Lewis Hamilton. Il #44 è infatti apparso velocissimo e costante durante i suoi long run (a prescindere oltretutto dalla mescola utilizzata), e solamente Max Verstappen prima e Charles Leclerc poi hanno dato l’impressione – per pochi giri – di poter pensare di arginare in qualche modo la furia dell’inglese, unico a scendere sotto il muro dell’1’44” nella simulazione gara. A parità di mescola per ora soffrono di più Valtteri Bottas e Sebastian Vettel, mentre Albon paga lo scotto dell’esordio su questa pista e vede avvicinarsi pericolosamente delle positive McLaren.

Ecco la classifica completa al termine delle FP2:

2169269-45342790-2560-1440

 





Tags : f1formula 1fp2gp singaporerisultati fp2
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Classe '93, innamorato da una vita di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", addetto stampa di Tsunami RT ed Enrico Fulgenzi nel Carrera Cup Italia 2019, di Enrico Fulgenzi Racing nel Porsche Sports Cup Suisse 2019, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam, sono partner di RedBull.com e accreditato F1, FE e WRC. Ho fondato FuoriTraiettoria.com perché mi annoiavo a studiare giurisprudenza e su Instagram sono @natalishow.