close
4 RuoteFormula 1Su pista

Vettel: “Per via dell’impatto sarà difficile capire cosa si sia rotto. Charles? Gli chiedo consigli!”





E’ un Sebastian Vettel dal sorriso un po’ tirato quello che si è presentato alle interviste di rito con i media al termine della mattinata del Day 2 della seconda sessione di test-prestagionali. In perfette condizioni fisiche nonostante l’incidente occorsogli poche ore fa, il #5 si è concesso per una decina di minuti alle domande dei giornalisti, interessati ovviamente a quanto accaduto stamane.

© Scuderia Ferrari Press
© Scuderia Ferrari Press

“Dall’interno della SF90 non ho visto molto altro rispetto a quanto abbiate visto voi da fuori” – spiega Vettel a chi gli chiede quali fossero state le sue sensazioni sull’inconveniente tecnico che lo ha spedito contro le barriere di Curva 3 – “Ho avuto un problema all’anteriore sinistra, e da quel momento non ho potuto far nulla per evitare l’impatto. Non avevo più il controllo su niente se non i freni, quindi sono finito dritto contro le barriere. Purtroppo per ora non sappiamo ancora bene cosa sia successo, dobbiamo ancora capirlo. Sarebbe stato utile avere una via di fuga più ampia, perché ora con tutti i danni dovuti all’impatto sarà più difficile trovare cosa si sia rotto per primo“.

© Scuderia Ferrari Press
© Scuderia Ferrari Press

L’ottimismo sul buono stato di forma della Ferrari rimane però invariato, soprattutto alla luce del grande lavoro svolto nel corso della prima settimana. “Sì, la macchina è ancora forte, è ancora veloce – ha proseguito il #5 – “Siamo andati alla scoperta di molti aspetti, sia la scorsa sessione che la giornata di ieri sono state parecchio produttive. Nel complesso sono ancora positivo per quel che riguarda il feeling che mi trasmette la SF90″. “In questi 6 giorni totali di prove abbiamo fatto tanti km, ma anche oggi l’obiettivo era quello di completare il programma: l’incidente sotto questo punto di vista non è certamente l’ideale, perché abbiamo perso (e perderemo) ancora tanto tempo per capire cosa sia successo” aggiunge poi Vettel rispondendo a chi gli chiede se e in che modo l’inconveniente di oggi metterà in difficoltà la Ferrari in ottica della preparazione per Melbourne, mentre sensazioni non troppo positive giungono sul fronte dell’efficacia del nuovo Regolamento Tecnico: “Sì, ho provato a seguire qualche macchina nella scorsa sessione e anche ieri” – dice infatti il #5 della Ferrari – “E’ difficile capire come vadano gli altri perché ci sono troppe variabili in gioco, ma da quel che ho visto ora è ancora abbastanza difficile seguire da vicino chi precede e tentare di superarlo“. 

© Scuderia Ferrari Press
© Scuderia Ferrari Press

Dopo aver esaurito le domande relative alla giornata odierna di test, l’attenzione si sposta sul suo promettente compagno di Box, quel Charles Leclerc giunto per rimpiazzare l’ormai partito Kimi Raikkonen. “Con Charles ci parliamo molto, ci ascoltiamo a vicenda dandoci dei feedback e scambiamo tante informazioni, per quello che ci è possibile” – prosegue ancora il tedesco – “Ovviamente è un pilota diverso da Kimi sotto tanti punti di vista: credo di aver parlato più con lui in questi giorni che con Kimi da inizio stagione fino al GP di Spagna vero e proprio, ma pur avendo un modo differente di guidare rispetto a Raikkonen non è cambiato troppo per quel che riguarda il comportamento che vogliamo ottenere dalla macchina. Cerchiamo di trovare assieme il giusto bilanciamento e di indirizzare nella giusta direzione lo sviluppo“. 

Una convivenza per ora pacifica ed idilliaca dunque. E a chi chiede se il giovane Leclerc gli abbia già tentato di estorcere qualche consiglio, Vettel ha risposto con ironia: “Se Charles mi ha già chiesto consigli? Sono io che li chiedo a lui!“, ha chiuso infatti l’intervista il #5 della scuderia di Maranello.

Informazioni aggiuntive di Pietro Manfrin.

 





Tags : f1f1 2019formula 1sebastian vetteltest barcellona
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Classe '93, innamorato da una vita di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", addetto stampa di Tsunami RT ed Enrico Fulgenzi nel Carrera Cup Italia, di Enrico Fulgenzi Racing nel Porsche Sports Cup Suisse, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam, scrivo per RedBull.com e sono accreditato F1, FE e WRC. Ho fondato FuoriTraiettoria.com perché mi annoiavo a studiare giurisprudenza e su Instagram mi chiamo @natalishow