close
4 RuoteFormula 1Su pista

Bottas il più rapido nel Day 1 dei test ad Abu Dhabi. 2° Vettel con problemi e contatto





C’è ancora una Mercedes davanti a tutti, in quel di Yas Marina. Al termine della prima giornata della sessione di test collettivi che la F1 sta svolgendo sul circuito di Abu Dhabi per dar modo a tutti i team di valutare le gomme che Pirelli sta sviluppando per il 2020, infatti, in cima alla classifica si è piazzato Valtteri Bottas, che sfruttando un set di pneumatici C4 2019 ha fermato il cronometro sull’1’37″214.

© Jerry Andre / LAT Images / Pirelli F1 Press Area
© Jerry Andre / LAT Images / Pirelli F1 Press Area

Il #77 ha completato 138 giri, due in più di quelli messi a referto da Sebastian Vettel, rallentato in mattinata da un problema agli scarichi della sua SF90: il #5 della Ferrari – protagonista di un testacoda senza conseguenze a seguito di un contatto in Curva 11 con la Racing Point di Perez – con un treno di gomme C5 2020 ha messo a segno un 1’37″991 che per poco meno di due decimi gli ha consentito di precedere la Toro Rosso di Kvyat, che utilizzando lo stesso compound del tedesco si è accontentato della 3^ piazza in 1’38″183. In una giornata che ha visto diverse monoposto scendere in pista con vistosi “rastrelli” per raccogliere dati aerodinamici, il 4° posto se lo è preso Sergio Perez: il messicano ha inanellato 120 passaggi, il più rapido dei quali in 1’38″434 con un set di Pirelli C5 2020, precedendo per oltre un secondo la Haas di Romain Grosjean, che a parità di gomma ha chiuso in 1’39″526 il più rapido dei suoi 146 giri complessivi.

6^ posizione per Norris, che completa 125 passaggi siglando la propria migliore prestazione con le C5 2020 in 1’39″526, mentre è Max Verstappen, stakanovista di giornata con le sue 153 tornate all’attivo: il #33 ha chiuso la giornata con un 1’39″926 – un crono arrivato sfruttando un treno di C3 2020 – riuscendo così a tenersi alle spalle Esteban Ocon, all’esordio sulla Renault R.S. 19. Il francese, tornato in F1 dopo un anno di stop forzato, è riuscito a completare solamente 77 passaggi nel corso di questo Day 1 a causa di un problema – pare al sedile – che lo ha costretto ai box per un po’, e con il suo 1’39″962 siglato con mescole C4 2020 è riuscito a finire davanti alla Williams di George Russell, 9° con 87 giri all’attivo ed un 1’40″368 con mescola C5 2020 come miglior prestazione.

Alle spalle del giovane britannico si è poi piazzato Kimi Raikkonen: Iceman ha completato 93 tornate (la più rapida delle quali in 1’40″903 con una mescola C4 2019), ed in classifica è riuscito a tenersi alle spalle Sean Gelael e Roy Nissany, fanalini di coda di questa prima giornata. L’indonesiano, salito a bordo della Toro Rosso alternandosi con Kvyat, ha completato 67 passaggi chiudendo la giornata con un 1’41″640 come miglior prestazione, mentre il rookie israeliano non è andato oltre un 1’44″760 (crono messo a segno con mescola C3 2020) che gli è valso l’ultima posizione in classifica.

Ecco la classifica completa al termine della prima giornata:

© Pirelli F1 Press Area
© Pirelli F1 Press Area

 





Tags : day 1f1formula 1test abu dhabitest pirelli
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Classe '93, innamorato da una vita di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", addetto stampa di Tsunami RT ed Enrico Fulgenzi nel Carrera Cup Italia 2019, di Enrico Fulgenzi Racing nel Porsche Sports Cup Suisse 2019, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam, sono partner di RedBull.com e accreditato F1, FE e WRC. Ho fondato FuoriTraiettoria.com perché mi annoiavo a studiare giurisprudenza e su Instagram sono @natalishow.