close
4 RuoteFormula 1Su pista

A Barcellona la Mercedes è davanti anche nei Test. 2° Leclerc, Vettel testa le Pirelli





Non vuole saperne di abbandonare la prima posizione, la Mercedes W10 Hybrid. Dopo il trionfale weekend di Barcellona – il 5° consecutivo da quando la stagione 2019 di Formula 1 ha preso il via – la monoposto di Brackley ha agguantato la prima posizione anche nel corso della prima giornata della seconda sessione di test in-season del Circus.

© LAT Images / Mercedea AMG F1 Press
© LAT Images / Mercedea AMG F1 Press

A chiudere infatti davanti a tutti sull’asfalto del Montmelo è stato Valtteri Bottas, che con una Mercedes munita delle morbide Pirelli C5 ha fermato il cronometro sull’1’15″511 (un tempo di un solo decimo più lento di quello della Pole siglata sabato) scavando un solco piuttosto netto rispetto alla concorrenza. Concorrenza che però, almeno nel caso specifico della Ferrari, si è dedicata ad un lavoro di tutt’altro tipo: Charles Leclerc, 2° in 1’16″933, si è difatti dedicato all’analisi del comportamento della SF90 sul Circuit de Catalunya utilizzando principalmente le mescole C2 e C3, le stesse con cui la monoposto di Maranello ha faticato nel corso del GP di domenica. Gli uomini del Cavallino Rampante, verosimilmente, hanno ancora parecchi dubbi legati alle prestazioni della Rossa, e dunque hanno preferito replicare le stesse condizioni che li hanno messi in difficoltà nel weekend piuttosto che tentare qualcosa di totalmente nuovo e diverso. Sul podio virtuale è poi salito Daniil Kvyat, 3° con un 1’17″679 messo a segno con Pirelli C4, a bordo di una Toro Rosso che ha completato 121 passaggi contro i 131 inanellati sia da Mercedes che da Ferrari.

è poi Hulkenberg – sono 68 i giri conclusi dal #27, il migliore dei quali in 1’18″051 con un treno di Pirelli C3 -, mentre si accontenta della 5^ piazza virtuale Pierre Gasly: il francese, tuttora alla ricerca della totale confidenza con la RB15, ha percorso 118 passaggi facendo registrare il proprio miglior giro in 1’18″140. Alle spalle del #10 si è messo Carlos Sainz, che con un set di Pirelli C2 ferma il cronometro sull’1’18″263 nel corso di uno dei suoi 64 giri, con la 7^ posizione virtuale occupata invece da Pietro Fittipaldi: il nipote d’arte, munito della mescola prototipale sviluppata da Pirelli in vista del 2020, ha completato 103 passaggi, il migliore dei quali in 1’18″326. 1’18″361 è invece il limite imposto con le Pirelli C5 da Nick Yelloly a bordo della Racing Point, che occupando l’8^ piazza virtuale è riuscita a tenersi dietro la McLaren MCL34 di Lando Norris: il #4 si è infatti alternato con Sainz al volante della monoposto di Woking (che in totale ha completato 128 passaggi), chiudendo la propria giornata di test con un 1’18″567 messo a segno con Pirelli C3.

Fanalini di coda di giornata sono poi Callum Ilott, che dalla Formula 2 approda per il suo esordio in Formula 1 andando a muro piuttosto violentemente in Curva 3 distruggendo così la sua Alfa Romeo C38 e completando solamente 41 passaggi, e Nicholas Latifi: il vincitore di Gara 1 della serie cadetta è salito a bordo della Williams FW42, totalizzando ben 133 giri ma chiudendo la giornata con un decisamente poco esaltante 1’20″670 che lo porta ad oltre 5″ di ritardo dal crono messo a segno da Bottas.

Fuori dalla classifica, infine, c’è Sebastian Vettel: il tedesco, al volante della seconda delle SF90 impegnate in questi due giorni di test, si è infatti interamente dedicato al lavoro di sviluppo delle Pirelli 2020 e 2021 – l’anno in cui scompariranno le termocoperte -, iniziando quindi ad accumulare dati su quelle che saranno le coperture utilizzate in Formula 1 nell’immediato futuro.

Ecco la classifica completa al termine della prima giornata di test:

d6iov8dwkamjb1a




Tags : day 1f1f1 2019formula 1test barcellonatest f1
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Classe '93, innamorato da una vita di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", addetto stampa di Tsunami RT ed Enrico Fulgenzi nel Carrera Cup Italia 2019, di Enrico Fulgenzi Racing nel Porsche Sports Cup Suisse 2019, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam, sono partner di RedBull.com e accreditato F1, FE e WRC. Ho fondato FuoriTraiettoria.com perché mi annoiavo a studiare giurisprudenza e su Instagram sono @natalishow.