close
4 RuoteFormula 1GamingSu pista

Il Virtual GP d’Olanda sarà…ad Interlagos: presente Leclerc, assenti sia Norris che Sainz?





Proseguono al passo di quelli che avrebbero dovuto essere i weekend di gara originari della F1 reale, i Virtual GP che da ormai diverse settimane stanno cercando di colmare il vuoto che l’assenza del Circus ha lasciato nel cuore di tutti gli appassionati.

Virtual GP

Dopo aver visto andare in scena gare sugli asfalti virtuali di Bahrain, Australia e Cina, la F1 Esports Virtual Grand Prix Series approda tra i cordoli di Interlagos, sede da ormai diverse stagioni del GP del Brasile. Dovendo andare a sostituire il GP d’Olanda – il circuito di Zandvoort non figura infatti tra quelli disponibili su F1 2019 -, gli organizzatori del campionato hanno lanciato sui Social un sondaggio per decidere quale tracciato avrebbe dovuto fare da scenario al 4° appuntamento della serie, e con oltre il 50% dei voti a trionfare è stato proprio l’Autodromo José Carlos Pace. Nonostante si moltiplichino ormai a vista d’occhio i piloti di F1 dotati di un simulatore, sullo schieramento di partenza del Virtual GP del Brasile ci saranno i “soli” Charles Leclerc, Alex Albon, Antonio Giovinazzi, George Russell e Nicholas Latifi, con Lando Norris e Carlos Sainz che dal comunicato ufficiale della Formula 1 non vengono per ora inclusi nella lista dei partecipanti. In pista ci saranno anche Christian Lundgaard, Juan Manuel Correa e – udite udite – un certo Petter Solberg.


Leggi anche:


Assieme ai protagonisti del Circus, al via della gara – che si disputerà domenica 3 maggio – tra gli ospiti confermati ci saranno anche l’attuale capitano del Milan Alessio Romagnoli e due giocatori di cricket, ovverosia il già incontrato Ben Stokes ed il suo collega Stuart Broad. Il Virtual GP del Brasile scatterà alle 19:00 italiane, e verrà trasmesso sia sui canali YouTube, Twitch, Weibo e Facebook della Formula 1, sia sui canali personali dei piloti coinvolti, sia infine da SkySport F1, che al canale 207 schiererà come sempre la coppia Vanzini – Bobbi al commento. Non cambierà rispetto alla Cina il format di gara: la griglia di partenza sarà stilata sulla base dei risultati di una sessione di qualifiche, con il GP vero e proprio che verrà disputato su una distanza di 28 passaggi. Come già accaduto per l’appuntamento di Shanghai, oltretutto, l’esibizione dei piloti F1 Esports avrà luogo prima del via del Virtual GP, con i piloti delle scuderie virtuali che scenderanno in pista a partire dalle 18:00.

“Siamo davvero felici del fatto che così tanti tifosi stiano seguendo e si stiano appassionando alla F1 Esports Virtual Grand Prix Series” – ha dichiarato Julian Tan, responsabile delle Digital Business Initiatives ed Esports – “Il numero di spettatori aumenta di volta volta, evidenziando il sempre maggior successo delle corse e l’ampio potenziale che la Formula 1 ha negli Esports. Oltretutto, siamo elettrizzati dalla prospettiva di accogliere numerose celebrità provenienti anche da fuori la F1 per completare la griglia”.  “Credo che questa possa essere un’opportunità per collegarci ad altri sport nel tentativo di dare ai fan qualcosa per cui esultare ed emozionarsi durante questi tempi difficili”, ha concluso infine Tan.





Tags : f1f1 2020f1 esports virtual grand prix seriesformula 1virtual gp brasile
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Classe '93, innamorato da una vita di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", addetto stampa di Tsunami RT ed Enrico Fulgenzi nel Carrera Cup Italia, di Enrico Fulgenzi Racing nel Porsche Sports Cup Suisse, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam, scrivo per RedBull.com e sono accreditato F1, FE e WRC. Ho fondato FuoriTraiettoria.com perché mi annoiavo a studiare giurisprudenza e su Instagram mi chiamo @natalishow