close
2 RuoteSu pistaSuperbike

WorldSBK: in Catalogna parte il triple header che vale il Mondiale





Il Mondiale SBK arriva a un punto di svolta con sole cinque (o quattro, dipende dalla Thailandia) gare al termine e l’asso nella manica deve essere calato per forza in uno dei prossimi tre Round. Il WorldSBK si appresta a iniziare una tre settimane di gare che porterà i team in giro per la penisola Iberica, prima tappa la Catalogna.

13164_dcp_r6_action_slide_big

Sesto circuito della Spagna a ospitare la SBK, Barcellona ha fatto il suo ingresso nel calendario delle derivate di serie solo lo scorso anno, ma i tifosi delle due ruote lo conoscono bene essendo tappa fissa della MotoGP dal 1992. Eppure è un circuito che per le Superbike risulta essere più difficile che per le prototipo, soprattutto per quanto riguarda i freni, tanto che Brembo gli ha dato un indice di difficoltà 5, il massimo, a pari merito con il solo Donington Park.

Stando all’analisi della Casa produttrice: “A differenza della MotoGP che per ogni giro di questa pista si serve dei freni in 9 curve per complessivi 29 secondi, la Superbike li utilizza 10 volte per oltre 31 secondi. A fare la differenza è la curva 3 con una frenata di un secondo e mezzo, equivalenti a 64 metri, per le derivate di serie, pur d’intensità modesta: 1,4 kg di carico sulla leva del freno e 0,5 g di decelerazione. ”  Questo perché le MotoGP perdono più velocità nelle curve, mentre è impressionante come la SBK abbia un carico maggiore sui freni per la durata complessiva della gara, ben 918kg per pilota, quasi 100kg in più che in MotoGP.

Sono 14 in totale le curve del Montmelò, di cui 8 a destra e 6 a sinistra, forse poche per i 4,627km del tracciato, ma intervallate da grandi rettilinei.

barcelona

Nessun record degno di nota da segnalare, non perché la pole di Rea del 2020 sia da dimenticare, ma perché avendo cambiato il layout del circuito, non si potrebbero in ogni caso paragonare i tempi dei piloti dello scorso anno con quelli di questa stagione.

Indubbio è il duello che ci aspetta per queste tre gare catalane, con Toprak Razgatlioglu deciso ad aumentare il vantaggio su Jonathan Rea, ora fermo a -7 punti dal turco. Lo scorso anno fu Scott Redding a prendersi una delle gare, se dovesse replicarsi anche quest’anno, diventerebbe molto fastidioso per la lotta al Titolo, così come non è da sottovalutare la costanza di Andrea Locatelli. Il compagno di squadra di Razgatlioglu è in stato di grazia, difficile possa mettere i bastoni fra le ruote al pupillo di Sofoglu, ma allo stesso tempo la sua caccia alla vittoria è indubbia.

Leggermente modificata la programmazione per questo weekend, qui di seguito gli orari ufficiali. Il WorldSBK si può seguire su Sky, ma attenzione al canale che potrebbe non essere Sky Sport MotoGP per tutte le sessioni, vista la presenza del GP di San Marino e della Riviera di Rimini. Stessa cosa per TV8, che trasmetterà il weekend italiano in diretta. Unica certezza, il videopass ufficiale!

Venerdì 17 settembre

WorldSSP300 FP1 – 09:45-10:15
WorldSBK FP1 – 10:30-11:15
WorldSSP FP1 – 11:25-12:10
WorldSSP300 FP2 – 14:15-14:45
WorldSBK FP2 – 15:00-15:45
WorldSSP FP2 – 16:00-16:45

Sabato 18 settembre 

WorldSBK FP3 – 09:00-09:30
WorldSSP300 Tissot Superpole – 09:45-10:05
WorldSSP Tissot Superpole – 10:25-10:45
WorldSBK Tissot Superpole – 11:10-11:25
WorldSSP300 Gara 1 – 12:45
WorldSSP Gara 1 – 13:45
WorldSBK Gara 1 – 15:15

Domenica 19 settembre

WorldSBK Warm-Up – 09:00-09:15
WorldSSP Warm-Up – 09:25-09:40
WorldSSP300 Warm-Up – 09:50-10:05
WorldSBK Tissot Superpole Race – 11:00
WorldSSP Gara 2 – 12:30
WorldSSP300 Gara 2 – 13:45
WorldSBK Gara 2 – 15:15





Tags : catalognaSBKSuperbikeworldsbk
Maria Grazia Spinelli

The author Maria Grazia Spinelli

Classe 1994, molisana. Da piccola vedevo mio padre seguire la Formula 1 e mi chiedevo cosa lo appassionasse così tanto, poi ho avuto un colpo di fulmine con le due ruote in un pomeriggio d'estate ed ho capito. Qui vi racconto il Mondiale Superbike.