close
2 RuoteSu pistaSuperbike

SuperMonday: cronache dal super round di Donington





Che Donington regali sempre gare mozzafiato, qualunque sia la categoria e il mezzo a motore, non è una novità, ma il round inglese del WorldSBK ha portato un bel po’ di scombussolamento all’interno di griglia e campionato.

09473_dcp_r4_action_slide_big

INARRESTABILE – Toprak Razgatliouglu fa il Campione in questo weekend: riesce a vincere Gara-1 partendo dalla 13esima posizione in griglia, vince Gara-2 sbarazzandosi di Rea in maniera magistrale (che la caduta del rivale sia stata causata dalla pressione?) e si porta primo in campionato staccando di due punti il nordirlandese. Molti pensavano che stesse per andare in MotoGP visti i posti liberatisi negli ultimi giorni, ma alla luce del rinnovo, le frenate del turco saranno un incubo per gli avversari almeno per altri due anni.

BITTERSWEET SYMPHONY – Prendiamo in prestito le parole a The Verve per descrivere il weekend di Jonathan Rea: vederlo guidare è sempre un sinfonia, ma alla fine del weekend si porta a casa un risultato agrodolce, sia per la caduta in Gara-2, sia per la perdita della testa del mondiale. Ma attenzione, cosa sono due punti in SBK? Nulla. Cosa sono due punti per Rea? Il motivo per far mangiare nuovamente la polver agli avversari al prossimo round.

AGO DELLA BILANCIA – Fastidiosi come pochi agli occhi degli avversari, meravigliosi come pochi agli occhi dei tifosi. I due piloti BMW, Tom Sykes e Michael van der Mark, non hanno nulla da dimostrare, avendo ampiamente fatto vedere nel corso degli anni di che pasta siano fatti, ma vedere il lavoro che stanno facendo con la Casa tedesca è una gioia per gli appassionati di motociclismo. Alla fine dell’anno potranno essere proprio loro l’ago della bilancia, visto quanto facilmente riescono a rubare podi e posizioni importanti.

GAMBERO – Così sta apparendo Scott Redding, un po’ sofferente, un po’ azzardato. Quando un pilota si schiera in griglia dopo il giro di ricognizione scuotendo la testa non è mai un buon segno, in Superpole Race ha sbagliato completamente l’assetto e le gomme, ma la sensazione è che di base ci sia qualcosa sulla moto che non vada, visti anche i risultati del compagno di squadra. Tempo fa si lamentò che l’addio forzato di Davies aveva interrotto lo sviluppo della Panigale V4 R, che sia stata proprio questa scelta azzardata di Ducati a creare problemi a valanga all’inglese?

KEEP CALM – Dopo un giretto in MotoGP, dove tutto sommato non è andato nemmeno male vista la Yamaha 2019 di Morbidello su cui è salito, Garrett Gerloff torna in WorldSBK e si porta a casa anche un podio. Se fosse più pacato, razionale e meno impulsivo, salirebbe di più sul podio e tornerebbe meno ai box passando per la ghiaia, ma siamo sinceri, il pazzerello in pista ci piace e al texano ci siamo già affezionait tutti.





Tags : doningtonSBKSuperbikesupermondayworldsbk
Maria Grazia Spinelli

The author Maria Grazia Spinelli

Classe 1994, molisana. Da piccola vedevo mio padre seguire la Formula 1 e mi chiedevo cosa lo appassionasse così tanto, poi ho avuto un colpo di fulmine con le due ruote in un pomeriggio d'estate ed ho capito. Qui vi racconto il Mondiale Superbike.