close




Nick De Vries domina il primo appuntamento stagionale del campionato di Formula E. L’olandese, partito dalla pole, è stato imprendibile dall’inizio alla fine, chiudendo con quattro secondi di vantaggio sul triello Mortara, Evans e Rast.

Mercedes EQ Formula E Team
Mercedes EQ Formula E Team

C’è una Mercedes che in una gara in notturna nel deserto parte dalla pole, resta in testa per tutta la corsa e alla fine vince in scioltezza. No, non stiamo parlando (ancora) del Gran Premio del Bahrain di Formula 1 2021, ma dell’Eprix andato in scena sulle strade di Diriyah, in Arabia Saudita. Nella prima gara in notturna della storia del campionato, da quest’anno campionato iridato, Nick De Vries si è dimostrato imprendibile, non concedendo nulla agli avversari. Primo in entrambe le sessioni di prova, primo nelle qualifiche, autore della Superpole e vincitore della gara con un buon margine degli avversari, il campione 2019 di Formula 2 si candida al ruolo di sfidante per il titolo.

La gara è partita subito bene per De Vries: al via mantiene la posizione su Wehrlein e Rast, in un terzetto tutto tedesco, e inizia a fare il vuoto. I primi minuti sono abbastanza tranquilli, con Bird unico ad animare un po’ la gara con qualche sorpasso. Al minuto 13 inizia la lotta per il podio: Rast passa Wehrlein, che inizia ad entrare in crisi, e nonostante subito dopo tenti la carta dell’Attack Mode inizia a perdere mordente. Poco dopo, infatti, verrà raggiunto anche da Evans e Mortara, quest’ultimo particolarmente in palla, e che al minuto 19 compie uno stupendo doppio sorpasso sui due sopracitati, con Wehrlein che perde la posizione anche su Evans. Davanti Rast sembra avere il passo per andare a prendere la Mercedes, ma nel momento in cui usa l’Attack Mode dietro accade il disastro: Bird tenta l’attacco su Lynn, ma il pilota Mahindra chiude la porta, e i due entrano a contatto. Entra quindi la Safety Car, che permette a De Vries di respirare. Otto minuti dopo la Safety Car ripara ai box, e la gara riparte, con De Vries che attiva l’Attack Mode rimanendo al comando. Subito dopo, però, Guenther prende il muro, facendo rientrare la Safety Car in pista. A rimetterci è ancora Rast, che nello spazio di tempo tra l’incidente e l’ingresso della vettura di sicurezza attiva l’Attack Mode perdendo la posizione a vantaggio di Mortara. Cinque minuti di neutralizzione, poi al minuto 39 si riparte, con De Vries che riprende il largo, mentre dietro si anima il triello per la terza posizione. A spuntarla è Mortara, che chiude davanti a Evans, molto veloce nel finale, e un buon Rast.

Vince quindi De Vries con 4.1 secondi di vantaggio su Mortara e 4.6 su Evans. A punti anche Rast, Wehrlein, Rowland, Sims, Vandoorne (che prende anche il giro veloce), Di Grassi e Turvey. In classifica piloti De Vries conduce con 29 lunghezze, davanti a Mortara con 18 ed Evans con 15. In quella costruttori, invece, Mercedes si porta a 34 lunghezze, davanti a Venturi con 18 e Jaguar con 15. Appuntamento a domani per Gara 2.

evk7cutxiam_w8w




Tags : ABB FIA Formula E World Championshipfia formula eFormula EMercedes Formula ENick De Vries
Alfredo Cirelli

The author Alfredo Cirelli

Classe 1999, sono cresciuto con la F1 commentata da Mazzoni, da cui ho assorbito un'enorme mole di statistiche non propriamente utili, che prima che Fuori Traiettoria mi desse la possibilità di tramutarle in articoli servivano soltanto per infastidire i miei amici non propriamente interessati. Per FT mi occupo di fornirvi aneddoti curiosi e dati statistici sul mondo della F1, ma copro anche la Formula E e, occasionalmente, la Formula 2 e la Formula 3