close
4 RuoteFormula 1Su pista

Hamilton regola Bottas nelle FP2 del GP di Spagna. 6° Leclerc, 12° Vettel





Cambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia. La proprietà commutativa viene applicata da Mercedes nel corso delle FP2 del GP di Spagna di Formula 1, quelle in cui è Lewis Hamilton a piazzarsi davanti a Valtteri Bottas andando così a replicare la doppietta griffata Mercedes che si era vista durante le FP1.

FP2
© LAT Images / Mercedes AMG F1 Press

Il #44, efficacissimo come sempre anche nelle simulazioni di passo gara, ha chiuso la seconda sessione di prove libere in 1’16″883, 287 millesimi più rapido del compagno di team Valtteri Bottas. Alle spalle delle Frecce Nere troviamo il solito Max Verstappen: 3° in 1’17″704, l’olandese a bordo della sua Red Bull è parso capace di insidiare il #77 nei long run ma costretto a pagare ancora qualche decimo di distacco rispetto ad un Lewis Hamilton apparentemente atterrato in Spagna in ottima forma. Buon  è poi Daniel Ricciardo, che porta la propria Renault davanti ad un sorprendente Romain Grosjean: il francese, prima che la sua Haas VF-20 lo appiedasse nei minuti conclusivi della sessione, è riuscito a conquistare la 5^ piazza in 1’18″133 mostrando anche un discreto passo gara. 6^ posizione invece per Charles Leclerc, con una SF1000 che paga dal vertice della classifica oltre 1″2: il monegasco, che nei long run ha mostrato un passo leggermente più veloce a quello delle altre – e parecchie – vetture di centro gruppo, si è messo dietro Carlos Sainz –  in 1’18″214 – e Sergio Perez, 8° davanti al duo francese formato da Esteban Ocon e Pierre Gasly.

Appena fuori dai primi dieci troviamo Lance Stroll, che per poco meno di 50 millesimi precede Sebastian Vettel: il #5 della Ferrari si è dovuto accontentare della 12^ piazza al termine di questa seconda sessione di prove libere, mettendosi davanti alla Red Bull di un Alexander Albon che paga 8 decimi di ritardo rispetto al crono del compagno di team. 14^ posizione per Lando Norris in 1’18″506, con Daniil Kvyat che si tiene dietro Kevin Magnussen, disperso nelle retrovie mentre Grosjean occupa saldamente la 5^ piazza. 17^ e 18^ casella virtuale per il duo Alfa Romeo, con Raikkonen che questa volta mette le proprie gomme davanti a quelle di Giovinazzi, mentre fanalini di coda sono le due Williams: Latifi, in 1’19″155, precede George Russell, tornato a bordo della sua vettura dopo averne ceduto il volante a Roy Nissany durante le FP1.

Ecco la classifica al termine delle FP2:

efy2p_6xyairysi




Tags : f1f1 2020formula 1fp2 gp spagnagp spagna
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Innamorato dal 1993 di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", sono Editor e Contributor di RedBull.com, voce nel podcast "Terruzzi racconta la F1", Social Media Editor dell'Autodromo Nazionale Monza e collaboro con Tsunami RT nel Porsche Carrera Cup Italia. Ho collaborato con Motorsport.com, sono stato addetto stampa di EF Racing, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam e sono accreditato F1, WEC, WRC e FE. Ho fondato FuoriTraiettoria.com mentre ero impegnato a laurearmi in giurisprudenza e su Instagram sono @natalishow