close
4 RuoteFormula 1Su pista

F1, PL1 GP Italia: Hamilton precede Verstappen. Sainz settimo, Leclerc undicesimo





La Formula 1 torna in Italia per la seconda volta nel 2021 dopo l’appuntamento di Imola di metà aprile. Grande attività in pista in queste PL1, l’unica sessione a disposizione per mettere a punto la monoposto prima di iniziare a fare sul serio con le qualifiche. Lewis Hamilton si dimostra subito in forma precedendo di quasi mezzo secondo Max Verstappen. Terzo posto per Bottas. In queste prove libere abbiamo avuto un assaggio dei due maggiori problemi che i piloti dovranno affrontare nel corso delle qualifiche: i track limits in uscita dalla Parabolica e la ricerca di una buona scia.

pl1
© formula1.com PL1

 

Per la seconda volta in questa stagione saranno le qualifiche sprint a definire la griglia di partenza della gara di domenica. Il format è identico a quello usato a Silverstone, ovvero un’ora di prove libere al venerdì seguita dalle qualifiche nella stessa giornata. Queste prime qualifiche definiranno la griglia di partenza per le qualifiche sprint di sabato, una gara di 18 giri il cui ordine di arrivo determinerà l’ordine di partenza per il GP d’Italia di domenica. Sabato ci sarà un’ulteriore ora di prove libere alle 12 in cui le squadre proveranno il passo gara. Un riassunto degli orari del weekend viene riportato di seguito:

Venerdì 10 settembre

  • 14:30 – 15:30 -> PL1 | diretta su SKY
  • 18:00 – 19:00 -> Qualifiche | diretta su SKY e differita TV8 alle 14:15 di sabato

Sabato 11 settembre

  • 12:00 – 13:00 -> PL2 | diretta su SKY
  • 16:30 – 17:00 -> Gara Sprint (18 giri) | diretta su SKY e TV8

Domenica 12 settembre

  • 15:00 – > GP d’Italia | diretta su SKY e TV8

Passando all’attività in pista, tutte le squadre hanno optato per un programma di lavoro piuttosto simile in cui la prima metà della sessione è stata utilizzata per effettuare prevalentemente long run o prove d’assetto mentre la seconda metà è stata usata per le simulazioni di qualifica. In particolare Red Bull e Mercedes hanno girato ininterrottamente per la prima mezz’ora provando il passo sia su gomme medie che su gomme dure. Al termine di questi giri Perez si è dimostrato il più veloce del quartetto con un miglior tempo di 1:22:127. Dietro di lui Hamilton (+0.135 s) e Verstappen (+0.444 s) mentre Bottas (+1.485) ha probabilmente girato con un carico di benzina più elevato.

Al termine delle PL1 la classifica ha visto Lewis Hamilton prevalere di ben 452 millesimi su Max Verstappen. Tempo veramente buono per il pilota inglese, specialmente considerando che la Mercedes non ha utilizzato le gomme soft per la simulazione del giro veloce al contrario della Red Bull. Terzo tempo per Bottas staccato di 525 millesimi. La squadra di Stoccarda ha fatto segnare i tempi migliori in tutti gli allunghi a testimonianza di una maggiore potenza rispetto ai rivali. Vedremo se con la scelta delle mappature di qualifica il gap verrà ridotto.

Buone prestazioni sul giro singolo per le Aston Martin di Stroll (quarto) e Vettel (sesto), che però hanno fatto segnare i loro tempi nell’ultimo minuto a disposizione sfruttando una buona scia. Molto bene anche Gasly che, dopo la vittoria dell’anno scorso, si è piazzato quinto a 793 millesimi dal primo posto. Per il francese non ci dovrebbero essere problemi ad entrare in Q3, al contrario del compagno di squadra Tsunoda, quattordicesimo a 1.604 secondi dalla vetta, ancora molto distante.

Ferrari a cavallo della zona punti con Sainz settimo (+0.988 s) e Leclerc undicesimo (+1.176 s). I due piloti hanno trovato traffico nel loro tentativo di qualifica, ma le posizioni reali non dovrebbero discostarsi molto da queste. Top ten anche per Alonso (+1.000 s), Ricciardo (+1.077 s) e Perez (+1.113 s) mentre Norris ha chiuso dodicesimo (+1.177 s). Le McLaren si sono viste cancellare i tempi a causa dei track limits non rispettati in uscita dalla Parabolica. La monoposto inglese però ha mostrato delle ottime velocità in rettilineo e un passo migliore rispetto a Zandvoort.

Le Alfa Romeo di Giovinazzi e Kubica hanno chiuso in tredicesima (+1.344 s) e sedicesima posizione (+ 2.083 s), tra loro si sono inseriti Tsunoda e Ocon. A fondo classifica troviamo le Williams di Russell e Latifi e le due Haas di Mazepin e Schumacher. Per le monoposto inglesi dovrebbero esserci delle buone possibilità di entrare in Q2 mentre le Haas sembrano, ancora una volta, condannate ad occupare l’ultima fila.

Infine ricordiamo ancora una volta ai nostri gentilissimi lettori che, a causa del diverso format usato in questo weekend, le qualifiche saranno oggi pomeriggio alle 18:00. In basso invece la classifica di queste PL1.

pl1




Tags : f1f1 2021ferrarihamiltonverstappen
Fabio Catalano

The author Fabio Catalano

Prodotto nel 1996, appassionato di qualsiasi cosa vada veloce. Seguo la Formula Uno dal 2005 e occasionalmente qualsiasi altra categoria. Studio ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino.