close
4 RuoteFormula 1Su pista

F1, PL2 GP Olanda: 1-2 Ferrari davanti a Ocon, Hamilton out dopo 4 minuti.





PL2 all’insegna del rosso con le due Ferrari a chiudere in cima alla classifica dei tempi e due bandiere rosse ad interrompere la sessione a causa dei problemi al motore di Lewis Hamilton e all’escursione di pista di Nikita Mazepin. La scuderia italiana torna su una pista più adatta alle sue caratteristiche in cui potrà fare bene mentre sul passo gara Verstappen e la Mercedes superstite di Bottas sono apparse superiori. Bene anche Alpine mentre la McLaren, come ogni venerdì, rimane nascosta a centro gruppo.

pl2
@Scuderia Ferrari Press Office

La seconda sessione è iniziata con 5 minuti di ritardo, ma nonostante ciò i minuti a disposizione dei piloti sono rimasti 60. Dopo soli 4 minuti dall’inizio subito il primo colpo di scena: Lewis Hamilton è stato costretto a fermarsi lungo la pista per un problema alla power unit. L’inconveniente ha causato anche l’interruzione della sessione per permettere ai commissari di rimuovere la vettura #44 dalla stretta carreggiata del tracciato olandese. A metà sessione la seconda bandiera rossa causata da Mazepin che si è reso protagonista di un testacoda in curva 11 e ha costretto Verstappen e Stroll ad abortire la propria simulazione di qualifica.

pl2
Photo by Bryn Lennon/ Getty Images / Red Bull Content Pool

 

Al termine della seconda ora di prove a disposizione delle squadre sono le due Ferrari a comandare nella lista dei tempi con Charles Leclerc a precedere Carlos Sainz di 154 millesimi. La scuderia di Maranello torna su una pista amica dopo la deludente qualifica della settimana scorsa tra le Ardenne. Terzo posto per l’Alpine di Esteban Ocon che ha mostrato di essere ben bilanciata su questa pista riuscendo a far segnare subito tempi competitivi appena messe le ruote in strada. Stato di forma confermato dal sesto tempo di Fernando Alonso. L’unica Mercedes superstite ha chiuso in quarta posizione grazie all’1:11:132 segnato da Valtteri Bottas durante la simulazione di qualifica. Solo quinto tempo per l’idolo di casa Max Verstappen che si è visto rovinare la sua simulazione di qualifica dalla bandiera rossa esposta in seguito all’uscita di Mazepin in curva 11. Il pilota olandese si può però consolare guardando gli ottimi tempi del suo passo gara, nettamente i più veloci del gruppo.

Top ten anche per Gasly (+0.560 s), Norris (+0.586 s), Giovinazzi (+0.776 s) e Vettel (+0.811 s) che aveva saltato interamente la prima sessione a causa di un problema alla parte ibrida della sua power unit. Fuori dai primi 10 Lewis Hamilton, che ha potuto effettuare solo pochi giri ad inizio delle PL2 prima di venir costretto ad abbandonare la macchina a bordo pista a causa di una perdita di potenza.

 

Dodicesimo tempo per la Red Bull di Sergio Perez (+1.044 s) apparso ancora una volta distante dal compagno di box. Dietro di lui Tsunoda (+1.194 s) e Stroll (+1.234 s) che però non ha effettuato la simulazione di qualifica con gomme soft a causa dell’uscita di pista di Mazepin a metà PL2. Quindicesimo tempo per Daniel Ricciardo (+1.255 s) davanti a Kimi Raikkonen (+1.304 s).

A fondo classifica troviamo le due Haas e le due Williams con Schumacher e Latifi davanti a Mazepin e Russell.

In basso la classifica completa al termine delle PL2.pl2





Tags : f1f1 2021verstappen
Fabio Catalano

The author Fabio Catalano

Prodotto nel 1996, appassionato di qualsiasi cosa vada veloce. Seguo la Formula Uno dal 2005 e occasionalmente qualsiasi altra categoria. Studio ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino.