close
4 RuoteFormula ESu pista

FE: Lynn vince grazie alla squalifica di Di Grassi





Alex Lynn vince il secondo London E-Prix. Il pilota di casa, partito, terzo, è stato autore di una gara attendista, approfittando dei contatti davanti e delle neutralizzazioni. Secondo è De Vries, e terzo è Evans, ma protagonista di giornata è Lucas Di Grassi: il brasiliano, durante una Safety, è rientrato ai box, sfilando tutto il gruppo in pitlane, portandosi primo e tagliano il traguardo davanti a tutti, anche se per questo ha ricevuto la bandiera nera.

Formula E Media
Formula E Media

In qualifica la pole è ottenuta da Vandoorne, a precedere Rowland, Lynn e De Vries. Alla partenza i piloti restano calmi, e nei primi giri si studiano a vicenda. Il primo a rompere gli indugi è De Vries, che al quarto minuto passa Lynn per il terzo gradino del podio. Al sesto minuto Rowland, secondo, è il primo ad andare sull’Attack Mode, passando terzo. Un giro dopo anche le due Mercedes vanno sul supplemento di potenza, con Vandoorne che resta primo e De Vries che torna terzo. Supplemento di potenza però vanificato da un contatto nelle retrovie: Buemi e Rast, in duello per l’undicesima piazza, vanno a contatto, con il tedesco fuori gara. Lo svizzero sarà penalizzato di dieci secondi. Entra quindi in pista la Safety Car, che resta in pista per circa tre minuti e mezzo. Al nono giro De Vries, sfruttando la fine dell’Attack Mode di Rowland, passa la Nissan per la seconda piazza, portandosi in scia al suo compagno di squadra. Il giro seguente Vandoorne usa il secondo Attack Mode, seguito a ruota da De Vries la tornata seguente, ma tutto viene vanificato da un contatto nelle retrovie tra Lotterer e Da Costa, che fa tornare in pista la Safety. La SC resta in pista per circa cinque minuti, e qui avviene la cosa più assurda forse mai avvenuta nella categoria: Di Grassi entra in pitlane, supera tutto il gruppo accodato dietro la Safety e incredibilmente passa primo. Alla ripartenza, quindi, incredibilmente il brasiliano è al comando, e dietro Rowland attacca Vandoorne, tamponandolo e finendo dietro. De Vries passa allora al comando, ma viene sfilato sia da Di Grassi che da Lynn con l’Attack Mode. Dietro, intanto, Frijns fa una grandissima rimonta, portandosi in quinta posizione.

Davanti intanto la situazione è complicatissima: Di Grassi viene inizialmente penalizzato con un DT, ma ai box Allan McNish, TP dell’Audi, corre dai commissari cercando di farlo annullare. Il brasiliano non si ferma, e verrà addirittura punito con la bandiera nera all’ultimo giro. Intanto, dietro, Bird tampona Nato mentre lo attacca per la decima posizione, con entrambi costretti al ritiro. Con la squalifica di Di Grassi vince quindi incredibilmente Lynn, davanti ad un ottimo De Vries e ad Evans. A punti anche Frijns (autore anche del giro più veloce), Wehrlein, Guenther, Cassidy, Sette Camara, Dennis e Eriksson, anche se la classifica ufficiale per qualche motivo riporta Di Grassi in ottava posizione, ma la bandiera nera significa squalifica e non dovrebbe essere incluso.  In classifica primo è De Vries a 95, davanti Frijns a 89, Bird con 81, Dennis e Da Costa con 80. Appuntamento al 14 e 15 agosto per l’ultima tappa, l’E-Prix di Berlino, che si preannuncia estremamente combattuto.

e7jatwwxoaaz6d




Tags : Alex LynnFormula ELondon E-Prix
Alfredo Cirelli

The author Alfredo Cirelli

Classe 1999, sono cresciuto con la F1 commentata da Mazzoni, da cui ho assorbito un'enorme mole di statistiche non propriamente utili, che prima che Fuori Traiettoria mi desse la possibilità di tramutarle in articoli servivano soltanto per infastidire i miei amici non propriamente interessati. Per FT mi occupo di fornirvi aneddoti curiosi e dati statistici sul mondo della F1, ma copro anche la Formula E e, occasionalmente, la Formula 2 e la Formula 3