close
4 RuoteFormula 1Su pista

Nelle FP2 di Jeddah Leclerc va prima in testa e poi – lievemente – a muro. 2° Verstappen





Continua a esserci Charles Leclerc davanti a tutti nel finora complesso weekend del Gran Premio d’Arabia Saudita di Formula 1. Il #16, al termine di una sessione di FP2 iniziata con lieve ritardo a causa delle complicazioni sorte dopo l’attacco missilistico sferrato a uno stabilimento Aramco poco distante da Jeddha, si è infatti preso la vetta della classifica replicando così il risultato delle FP1. 

fp2
© Getty Images

In attesa che la riunione straordinaria programmata alle 20:00 italiane provi a gettare luce sulle tante ombre che si sono allungate sul tema sicurezza in terra saudita, il monegasco della Ferrari è nuovamente riuscito a portare la sua F1-75 in prima posizione grazie all’1’30”074 messo a segno con un treno di Soft sfruttato peraltro non nel migliore dei modi. Il #16 ha anche avuto un lieve intoppo nel corso di queste FP2: quando mancavano poche decine di minuti al termine della sessione, Leclerc ha infatti lievemente toccato in ingresso uno degli onnipresenti muretti che circondano il nastro d’asfalto di Jeddah danneggiando la sospensione anteriore sinistra e venendo costretto a tornare prima del dovuto all’interno del proprio garage. Alle spalle del monegasco si piazza il solito Max Verstappen, 2°, staccato di 140 millesimi da Leclerc e autore però della propria migliore prestazione con gomme Medium: il #33, che a differenza dei due ferraristi ha mandato in temperatura il proprio set di Soft con un solo giro di riscaldamento, è stato costretto ad abortire entrambi i tentativi di giro veloce a causa di un errore in fase di accelerazione prima e della VSC chiamata in causa per il guasto occorso – di nuovo – alla Haas di Magnussen poi. 3° è Sainz in 1’30”230, con la Red Bull di Sergio Perez che si piazza davanti alle due Mercedes di Lewis Hamilton e George Russell: le due W13 sono parse molto più vicine alla vetta rispetto a quanto fatto vedere nelle FP1, con il #44 e il #63 che si portano rispettivamente a 439 e 540 millesimi di ritardo dal crono messo a segno da Leclerc.

7° è Norris, con la Alpine di Ocon che precede l’Alfa Romeo di Bottas e l’AlphaTauri di Yuki Tsunoda. La maledizione che sta colpendo i motori Honda in questa prima fase di stagione, purtroppo per il giapponese, nel corso di queste FP2 si è abbattuta anche sulla sua AT03: a pochi secondi dallo sventolare della bandiera in scacchi, infatti, la monoposto #22 si è ammutolita improvvisamente facendo nuovamente squillare un campanello d’allarme nei dintorni tanto di Faenza quanto di Milton Keynes. 

Appena fuori dai primi dieci c’è Fernando Alonso, che in 1’30”944 si tiene dietro Pierre Gasly e la Haas di Mick Schumacher, in netta ripresa rispetto alle FP1 concluse in penultima posizione. 14° è Lance Stroll, che precede Daniel Ricciardo e il compagno di squadra Nico Hulkenberg, mentre non va oltre il 17° posto Guanyu Zhou: il cinese chiude le FP2 in 1’31”615, precedendo così le due Williams di Nicholas Latifi e Alexander Albon. Fanalino di coda, in un venerdì letteralmente da dimenticare per lui, è nuovamente Kevin Magnussen: il danese questa volta riesce quantomeno a mettere assieme 12 passaggi prima che la sua VF-22 lo tradisca, non riuscendo però ad andare oltre a un poco indicativo 1’32”344. 

Ecco la classifica completa al termine delle FP2:

fp2
© F1




Tags : f1f1 2022formula 1fp2fp2 gp arabia sauditagp arabia saudita
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Innamorato dal 1993 di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", sono Editor e Contributor di RedBull.com, voce nel podcast "Terruzzi racconta la F1", Social Media Editor dell'Autodromo Nazionale Monza e collaboro con Tsunami RT nel Porsche Carrera Cup Italia. Ho collaborato con Motorsport.com, sono stato addetto stampa di EF Racing, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam e sono accreditato F1, WEC, WRC e FE. Ho fondato FuoriTraiettoria.com mentre ero impegnato a laurearmi in giurisprudenza e su Instagram sono @natalishow