close
4 RuoteFormula 1Su pista

È 1-2 Ferrari nelle FP1 del GP d’Australia. 4° Verstappen





Si apre con tinte rosse il fine settimana australiano della Formula 1. Al termine delle FP1, andate in scena sul layout rinnovato di un Albert Park che torna ad accogliere le monoposto del Circus dopo due stagioni di assenza, davanti a tutti ci sono infatti entrambe le Ferrari F1-75.

fp1
© Getty Images

In testa alla classifica, grazie a un 1’19”806, troviamo Carlos Sainz. Il #55 non si è lasciato innervosire da un piccolo problema occorso in fase di montaggio dell’ala anteriore nella fase iniziale della sessione, e con il suo crono è riuscito a rifilare 571 millesimi a Charles Leclerc. Il monegasco, dal canto suo, grazie al suo 1’20”377 si è piazzato davanti alle due Red Bull RB18 di Sergio Perez e Max Verstappen: i due, al volante di una monoposto che nel tentativo di limitare il proprio peso ha visto grattata via parte della sua vernice, sono gli unici due piloti (oltre al già citato Leclerc) ad avere limitato a meno di 1” il distacco dalla vetta.

In 5^ posizione, staccata di 1”072, troviamo la McLaren di Lando Norris, che riesce a chiudere le FP1 davanti alla Alpine di Esteban Ocon e alla Mercedes di Lewis Hamilton, 7° davanti a Daniel Ricciardo. L’australiano ferma il cronometro sull’1’21”155 in una sessione che, rispetto a quelle viste finora in questo 2022, è per McLaren tutto sommato positiva, piazzandosi per meno di un decimo davanti a Fernando Alonso e a Valtteri Bottas, chiamato a chiudere la top ten di queste FP1 al volante della sua Alfa Romeo.

Appena fuori dai primi dieci troviamo Yuki Tsunoda con la prima delle AlphaTauri, mentre George Russell si accontenta per ora della 12^ posizione davanti al rientrante Sebastian Vettel. Il #5 dell’Aston Martin, aggregatosi nuovamente al Circus della F1 dopo essere stato costretto a saltare i primi due appuntamenti stagionali a causa della positività al COVID-19, chiude 13° e causa una bandiera rossa: la sua AMR22 ha infatti subito un guasto alla propria PU Mercedes, costringendo il #5 a svolgere gli straordinari nelle vesti di pompiere. 

14° è Pierre Gasly, che precede Guanyu Zhou e Lance Stroll, mentre è 17^ la Williams di Alexander Albon, in grado di tenersi dietro Kevin Magnussen e la sua Haas. L’ultima fila virtuale dello schieramento è infine completata da Nicholas Latifi e Mick Schumacher: il tedesco, tornato al volante della sua VF-22 dopo il brutto incidente che lo ha visto coinvolto in Arabia Saudita, chiude le FP1 in 1’24”349, accusando oltre 4”5 di ritardo dalla vetta della classifica occupata da Sainz. 

Ecco la classifica completa al termine delle FP1:

fp1
© F1




Tags : f1f1 2022FP1fp1 gp australiagp australia
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Innamorato dal 1993 di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", sono Editor e Contributor di RedBull.com, voce nel podcast "Terruzzi racconta la F1", Social Media Editor dell'Autodromo Nazionale Monza e collaboro con Tsunami RT nel Porsche Carrera Cup Italia. Ho collaborato con Motorsport.com, sono stato addetto stampa di EF Racing, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam e sono accreditato F1, WEC, WRC e FE. Ho fondato FuoriTraiettoria.com mentre ero impegnato a laurearmi in giurisprudenza e su Instagram sono @natalishow