close
4 RuoteFormula 1Su pista

Bottas regola Hamilton nelle FP2 del GP d’Ungheria. 3° Verstappen, 11° Leclerc





È un 1-2 Mercedes quello che chiude le FP2 del Gran Premio d’Ungheria, 11° appuntamento stagionale della Formula 1. Dopo avere ceduto la vetta della classifica alla Red Bull di Max Verstappen nel corso delle prove libere di stamane, le due Frecce Nere si sono prese la prima fila virtuale dello schieramento dettando il passo tanto sul giro secco quanto – e soprattutto – sui long run.

© LAT Images
© LAT Images

Davanti a tutti si è messo Valtteri Bottas, forte di un 1’17″012 che gli ha permesso di rifilare appena 27 millesimi a Lewis Hamilton. Il #44, a sua volta, è per oltre due decimi e mezzo davanti a Max Verstappen: il #33 non è parso troppo a proprio agio al volante della sua RB16B, lamentando un consumo eccessivo delle gomme e un bilanciamento non ancora ottimale in questa giornata di venerdì. Ottima 4^ posizione – seppure ottenuta con quasi 8 decimi di ritardo – per Esteban Ocon, mentre è Sergio Perez: il messicano della Red Bull non è andato oltre un 1’17″824, un crono che lo ha sì condotto in top five ma che allo stesso tempo gli costa ben 812 millesimi di distacco dalla cima della classifica. Pierre Gasly si conferma saldamente tra i primi dieci grazie alla sua sesta posizione, mentre gli attempati Fernando Alonso e Sebastian Vettel si mettono dietro il giovane Lando Norris, 9° davanti a Lance Stroll.

Appena fuori dai primi dieci troviamo le due Ferrari, con Charles Leclerc che in 1’18″370 precede per 71 millesimi il compagno di squadra Carlos Sainz. L’asfalto caldo – nel corso delle FP2 si sono toccati picchi di oltre 60° – non sembra essere stato ben digerito dalle SF21, chiamate a trovare il bandolo della matassa in un weekend sul quale sembra peraltro piombare anche l’incognita meteo. 13° è Daniel Ricciardo, anche oggi piuttosto distante dal riferimento imposto da Norris, mentre inizia con una 14^ posizione il weekend ungherese di Kimi Raikkonen: il #7, che nella prima sessione di prove libere aveva fatto spazio a Robert Kubica, ha fermato il cronometro sull’1’19″277 mettendosi dietro la coppia di Williams formata da Russell e Latifi. 17° tempo e solamente 3 giri percorsi, invece, per Yuki Tsunoda: il giapponese ha danneggiato diversi elementi della sua AlphaTauri nell’incidente – apparentemente non grave – che l’ha visto protagonista in mattinata, e dunque sono state davvero poco intense e di breve durata le sue FP2. 18° è Mick Schumacher, che con la sua Haas riesce a stare davanti all’Alfa Romeo Racing di un Antonio Giovinazzi che ha tentato di recuperare il tempo perso stamane, mentre fanalino di coda è Nikita Mazepin: il russo ha chiuso le proprie FP2 in 1’21″881, accusando addirittura 4″8 di ritardo dal crono messo a segno da Bottas.

Per quanto riguarda il passo gara, Hamilton e la Mercedes sono sugli scudi al termine di questo venerdì. Il #44 e la sua Freccia Nera sono parsi particolarmente a proprio agio sull’asfalto rovente dell’Hungaroring, mettendo in mostra un ritmo avvicinato dal solo Bottas, con Perez a breve distanza e con Max Verstappen più staccato e apparentemente lontano dalla quadratura del cerchio. Guizzo nel finale per Charles Leclerc, che lascia dunque sperare in qualcosa di più esaltante rispetto a quanto fatto finora vedere in terra magiara, mentre si confermano ottimi lo stato di forma e il passo gara di Lando Norris. Sul weekend ungherese, comunque, sembra si addensino nubi capaci di mescolare le carte: le probabilità di pioggia per la giornata di domani sono infatti in costante aumento, e non è da escludere che alcuni puntino ad un “assetto da bagnato” per ben figurare in qualifica e poi tentare di limitare i danni su una pista dove può risultare difficile sorpassare…

Ecco la classifica completa al termine delle FP2:

fp2




Tags : f1f1 2021formula 1fp2fp2 gp ungheriagp ungheria
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Innamorato dal 1993 di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", addetto stampa di Tsunami RT ed Enrico Fulgenzi Racing nel Porsche Carrera Cup Italia e nel Porsche Sports Cup Suisse, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam, sono Editor per RedBull.com, sono accreditato F1, FE e WRC e faccio parte del Media Staff dell'Autodromo Nazionale Monza. Ho fondato FuoriTraiettoria.com mentre ero impegnato a laurearmi in giurisprudenza e su Instagram sono @natalishow