close
4 RuoteFormula 1Su pista

Verstappen primo e a muro nelle FP2 del GP del Belgio. 2° Bottas, sbatte Leclerc





È Max Verstappen il più veloce al termine delle FP2 del GP del Belgio. L’olandese della Red Bull, chiamato a rincorrere Lewis Hamilton in classifica piloti dopo aver svolto il ruolo della lepre per gran parte di questa prima metà di stagione, risponde alla Mercedes mettendosi davanti a tutti nella seconda sessione di prove libere del weekend di Spa-Francorchamps.

© Dan Mullan / Getty Images
© Dan Mullan / Getty Images

La giornata del #33, nonostante la prima posizione conquistata grazie a un 1’44″472, si conclude con un sapore agrodolce: è infatti Verstappen a causare la seconda bandiera rossa di queste FP2, con la sua Red Bull che termina la propria corsa contro le barriere all’esterno di Malmedy a pochissimi minuti dalla fine della sessione. Pochi – almeno apparentemente – i danni riportati dalla RB16B dell’olandese, ma è certo che a Milton Keynes avrebbero preferito concludere in altro modo una giornata in cui tutto era filato liscio come l’olio. Alle spalle di Verstappen, staccati rispettivamente di soli 41 e 72 millesimi, ci sono Valtteri Bottas e Lewis Hamilton: il duo Mercedes, con il #44 che è ovviamente tornato a rifarsi sotto dopo le FP1, è parso come prevedibile molto in palla anche sul fronte del passo gara durante quei – pochi – long run che non sono stati interrotti dalle bandiere rosse esposte nel finale. è Fernando Alonso con la prima delle Alpine, mentre si conferma in gran forma Pierre Gasly grazie alla sua 5^ posizione. 6° in 1’45″180 è Lance Stroll, che precede Esteban Ocon e Sebastian Vettel, mentre a completare la top ten provvedono Lando Norris e Sergio Perez: il messicano, che ha chiuso le proprie FP2 in 1’45″404, poco prima di scendere in pista ha annunciato insieme a Red Bull il prolungamento dell’attuale contratto fino al termine della stagione 2022.

Appena fuori dai primi dieci troviamo Carlos Sainz, mentre l’AlphaTauri di Yuki Tsunoda si tiene dietro la coppia di Alfa Romeo Racing formata da Antonio Giovinazzi e Kimi Raikkonen. 15° e ancora una volta apparentemente in difficoltà è Daniel Ricciardo, mentre Nicholas Latifi si toglie nuovamente la soddisfazione di mettere le proprie ruote davanti a quelle di George Russell: i due sono divisi da quasi mezzo secondo, pagando rispettivamente dalla vetta 1″7 e 2″1 di ritardo. Solamente 18° è questa volta Charles Leclerc: il monegasco della Ferrari, mentre era alle prese con la propria simulazione di qualifica, è finito a muro all’ingresso di Malmedy dopo avere perso il posteriore della sua SF21 in uscita da Les Combes. Pochi i danni riportati dalla monoposto, ma il #16 – che nell’occasione ha anche causato l’esposizione di una bandiera rossa – è stato comunque costretto ad abbandonare anzitempo la sessione. Fanalini di coda di queste FP2, così come già accaduto in mattinata, sono infine le due Haas: Nikita Mazepin continua a precedere Mick Schumacher, questo pomeriggio ultimo in 1’47″529.

Ecco la classifica completa al termine delle FP2:

fp2




Tags : f1f1 2021formula 1fp2fp2 gp belgiogp belgio
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Innamorato dal 1993 di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", sono Editor e Contributor di RedBull.com, voce nel podcast "Terruzzi racconta la F1", Social Media Editor dell'Autodromo Nazionale Monza e collaboro con Tsunami RT nel Porsche Carrera Cup Italia. Ho collaborato con Motorsport.com, sono stato addetto stampa di EF Racing, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam e sono accreditato F1, WEC, WRC e FE. Ho fondato FuoriTraiettoria.com mentre ero impegnato a laurearmi in giurisprudenza e su Instagram sono @natalishow