close
4 RuoteFormula 1Su pista

Dalle FP3 del GP d’Australia emerge Lando Norris. 2° Leclerc, disastro Aston Martin





C’è la McLaren MCL36 di Lando Norris davanti a tutti, al termine delle FP3 del Gran Premio d’Australia 2022 di Formula 1. La monoposto di Woking, un po’ a sorpresa viste le recenti prestazioni, si prende la vetta della classifica nella terza e ultima sessione di prove libere del fine settimana dell’Albert Park riuscendo ad avere ragione tanto della Ferrari di Charles Leclerc quanto della Red Bull di Sergio Perez.

fp3
© McLaren Media Centre

A onor del vero – e pur considerando i passettini in avanti compiuti dalle due vetture color papaya – bisogna dire che le FP3 non sono state straordinariamentee veloci. Dopo avere infatti visto infrangere il muro dell’1’18” nella giornata di venerdì, infatti, l’1’19”117 con cui Norris ha agguantato la prima posizione non genera particolare clamore. Il #4 tuttavia non è sembrato preoccuparsi troppo di ciò, e si è anzi premurato di rifilare 132 millesimi alla F1-75 del #16 e poco meno di un decimo e mezzo alla RB18 del messicano. 4° è Fernando Alonso, parso per ora particolarmente in palla sull’asfalto dell’Albert Park, mentre Daniel Ricciardo chiude le proprie FP3 davanti al suo ex compagno di squadra Max Verstappen, accontentatosi della settima piazza in 1’19”809. Fa finalmente capolino nella top ten Lewis Hamilton, 8° con la sua W13 davanti a Valtteri Bottas, mentre Yuki Tsunoda e il suo 1’20”071 provvedono a completare la metà alta della classifica. 

Appena fuori dai primi dieci troviamo l’altra Freccia d’Argento, quella affidata a George Russell, mentre Pierre Gasly precede il connazionale Esteban Ocon. Il #31 non è andato oltre un 1’20”205 che lo relega a quasi 1” di ritardo dal crono del compagno di squadra, pur consentendogli di precedere per poco più di quattro decimi la Haas di Mick Schumacher e per 631 millesimi l’Alfa Romeo di Guanyu Zhou. 16° è Alexander Albon con la prima delle Williams, mentre un Kevin Magnussen non in perfette condizioni – il danese ha avuto qualche problemino fisico alla vigilia del venerdì – non va oltre il 18° posto davanti a Nicholas Latifi. Sessione da dimenticare, infine, per le due Aston Martin: le AMR22 non solo occupano infatti l’ultima fila virtuale dello schieramento, ma sono entrambe finite a muro tanto con Lance Stroll quanto con Sebastian Vettel.

Se il canadese è però riuscito a mettere a segno almeno un giro cronometrato, peggio è andata al tedesco che aveva già mancato le FP2 per via del guasto alla sua PU Mercedes: il #5, prima di finire contro le barriere all’esterno della veloce Curva 10, aveva infatti messo assieme solamente 5 passaggi senza però preoccuparsi di far segnare un tempo valido. Non il modo migliore per iniziare la giornata di sabato, non trovate?

Ecco la classifica completa al termine delle FP3:

fp3
© F1




Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Innamorato dal 1993 di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", sono Channel Coordinator e Motorsport Chief Editor di Red Bull Italia, voce nel podcast "Terruzzi racconta" e Digital Manager di VT8 Agency. Sono accreditato FIA per F1, WRC, WEC e Formula E, ho lavorato con l'Autodromo Nazionale Monza, team del Porsche Carrera Cup Italia e del Lamborghini SuperTrofeo e ho collaborato in dei weekend di gara con Honda HRC e con il Sahara Force India F1 Team. Ho fondato Fuori Traiettoria mentre ero impegnato a laurearmi in giurisprudenza e su Instagram sono @natalishow