close
4 RuoteFormula 1Su pista

Verstappen conquista la pole a Spa, ma che Russell: è 2° con la Williams! Male le Ferrari





Se la prende Max Verstappen la pole position, al termine delle concitate, bagnate ed emozionanti qualifiche del Gran Premio del Belgio. Il #33 chiude davanti a tutti un sabato infingardo, nel corso del quale era facilissimo commettere degli errori, avendo la meglio su un indomabile George Russell, clamorosamente in griglia e pronto a scattare dalla prima fila. 3° Hamilton, inseguito da Ricciardo e Vettel, mentre Norris va a muro dopo un’ottima qualifica. Delusione invece per le Ferrari, escluse già nel Q2. Ecco la cronaca completa.

© Mark Thompson / Getty Images
© Mark Thompson / Getty Images

La prima manche delle qualifiche del Gran Premio del Belgio va in scena su un asfalto bagnato, che costringe team e piloti a scendere in pista con pneumatici Full Wet. Gli unici due impavidi a iniziare la propria Q1 con le gomme Intermedie sono George Russell e Nicholas Latifi, ma di lì a poco – e dopo un clamoroso 1-2 provvisorio griffato Williams – tutti rientrano ai box per montare le Pirelli verdi. Le condizioni meteo rendono però davvero difficile interpretare il circuito belga, con l’intensità della pioggia che varia in continuazione e porta a costanti miglioramenti dei tempi sul giro. Al termine di una Q1 trasformatasi in una vera e propria lotteria, con giri veloci che si susseguono l’uno dopo l’altro, davanti a tutti si mette Lando Norris, che precede Verstappen, Hamilton, Perez e un finora strepitoso George Russell. La vera lotta, tuttavia, è come sempre nelle retrovie: non riescono a superare una complicatissima prima manche Antonio Giovinazzi, Yuki Tsunoda, Mick Schumacher, Kimi Raikkonen e Nikita Mazepin.

Ecco la classifica completa al termine della Q1:

e94a9dexia4xyab

La Q2 delle qualifiche del Gran Premio del Belgio inizia con l’ombra della pioggia che aleggia nuovamente sui 7 km di Spa-Francorchamps. Tutti i piloti scendono in pista con le Intermedie, e dopo un turbinio di cambi gomme e di piccole sbavature a chiudere in cima alla classifica è nuovamente Lando Norris, che con la sua McLaren si mette dietro Lewis Hamilton (che era escluso a pochi secondi dalla bandiera a scacchi) e Valtteri Bottas. Così come accaduto nella Q1, la battaglia per la sopravvivenza infuria tra la 10^ e 15^ posizione: a essere esclusi sono Charles Leclerc, Nicholas Latifi, Carlos Sainz, Fernando Alonso e Lance Stroll, mentre è ottima la prestazione di George Russell (8°) e di Sebastian Vettel (addirittura 6°).

Ecco la classifica completa al termine della Q2:

qualifiche

La terza e decisiva manche delle qualifiche del GP del Belgio si apre sotto una pioggia pesante, comparsa tra Q2 e Q3 e capace di imporre a tutti i piloti la scelta di pneumatici Full Wet. Le condizioni sono però proibitive – Sebastian Vettel invoca addirittura la bandiera rossa in un suo team radio -, e a rendersene conto è Lando Norris: il #4 della McLaren, autore fino a quel momento di una qualifica maestosa, finisce infatti a muro al Raidillon distruggendo la propria MCL35M e causando (per l’appunto) l’esposizione della bandiera rossa invocata da Vettel e l’interruzione della sessione. La pioggia allenta pian piano la propria morsa, e dopo diversi minuti di stop forzato è di nuovo il momento di scendere nuovamente in pista: due sono i tentativi a disposizione di ciascun pilota, con un asfalto che ora torna ad essere terreno di caccia per le gomme Intermedie. Al termine di questa concitata manche di qualifiche davanti a tutti si piazza Max Verstappen: l’olandese agguanta la pole position grazie al suo 1’59″765, un crono che gli permette di tenersi dietro… George Russell. È infatti il #63 il vero MVP di questo sabato tra le Ardenne: l’inglese della Williams mette a segno uno strepitoso, straordinario, sensazionale 2’00″086 che gli consegna tra le mani una meritatissima prima fila, immediatamente davanti a quel Lewis Hamilton del quale potrebbe diventare compagno di squadra nel 2022. Alle spalle del #44 balza un sorprendente Daniel Ricciardo, mentre Sebastian Vettel si aggiudica la 5^ piazza davanti a Gasly e Perez. 8° – ma destinato a scattare dalla 13^ casella per via della penalità racimolata al via del GP d’Ungheria – è Bottas, mentre la top ten viene completata da Esteban Ocon e, ovviamente, dal già citato Lando Norris: il #4, dopo l’incidente, è stato oltretutto trasportato in ospedale per degli accertamenti a un gomito dolorante.

Ecco la griglia di partenza del GP del Belgio (al netto delle 5 posizioni di penalità date a Valtteri Bottas e Lance Stroll):

qualifiche




Tags : f1f1 2021formula 1gp belgioqualifichequalifiche gp belgio
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Innamorato dal 1993 di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", sono Editor e Contributor di RedBull.com, voce nel podcast "Terruzzi racconta la F1", Social Media Editor dell'Autodromo Nazionale Monza e collaboro con Tsunami RT nel Porsche Carrera Cup Italia. Ho collaborato con Motorsport.com, sono stato addetto stampa di EF Racing, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam e sono accreditato F1, WEC, WRC e FE. Ho fondato FuoriTraiettoria.com mentre ero impegnato a laurearmi in giurisprudenza e su Instagram sono @natalishow