close
2 RuoteSu pistaSuperbike

WorldSBK: Scott Redding protagonista nelle libere d’Australia





Si riaccendono i riflettori sul WorldSBK ed è Scott Redding a fare da protagonista nella prima giornata di libere in quel di Phillip Island, portandosi in cima alla classifica dei tempi in entrambe le sessioni.

50676_jdr_r1_action_slide_big

La prima tappa del WorldSBK si apre con la presentazione di un nuovo premio per la classe Superbike: il Pilota Hyundai N-spired che viene assegnato a chi nel corso della stagione guadagna più posizioni tra Gara 1 e Gara 2, in palio una Hyundai i30 Fastback N Performance. Come funziona questa novità? A partire dal round di Jerez e per tutti gli appuntamenti europei a seguire, verrà costruita una classifica in base alle posizioni che si ricuperano in griglia dalla partenza all’arrivo, tenendo conto delle sole Gara 1 e Gara 2. Ad esempio, un pilota che parte dalla 10esima piazza e giunge al traguardo per primo, raccoglie ben 10 punti. A fine stagione la premiazione del Pilota Hyundai N-spired avrà luogo ad EICMA, a novembre.

Tornando, invece, alla pista, nelle prime libere australiane la fa da padrone il meteo: Phillip Island si presenta bagnata e durante la sessione si asciuga solo in parte col tornare del sole, mettendo in difficoltà i piloti. Chi è abituato, grazie al meteo inglese ballerino, è il Campione in carica del BSB, Scott Redding, che si mette in cima alla classifica dei tempi, segnando un 1’41.195 e staccando di un secondo Loris Baz su Yamaha Ten Kate. Alle loro spalle, la HRC inizia alla grande la sua nuova avventura in Superbike, con il terzo tempo di Leon Haslam, seguito dalle due Kawasaki di Alex Lowes e Jonny Rea, tra cui si interpone Tom Sykes con la sua BMW. Ottava piazza per Alvaro Bautista, a +3.747 dalla sua vecchia compagna di viaggio ora nelle mani di Redding; ma lo spagnolo è, insieme a Fores, il pilota che conclude più giri, ben 19. Tre rookie nella top ten: sono Gerloff, Scheib e Caricasulo, che si prendono la settima, nona e decima posizione.

Non segnano tempi, invece, Davies, Camier, Cortese, Rinaldi e i due ufficiali Yamaha,  Razgatlioglu e van der Mark. Qui tutti i tempi delle FP1.

00350_dcp_r1_ambience_slide_big

Migliora il meteo nel pomeriggio australiano e la seconda sessione di prove libere viene dichiarata asciutta, con l’asfalto a 29C. Tutti i piloti riescono a scendere in pista e migliorari i tempi del mattino, ma a fine turno è ancora una volta Redding a finire davanti a tutti, concludendo con un 1’30”436 e migliorando di oltre 10 secondi il suo tempo delle FP1. Seguono le due Yamaha di Razgatlioglu e van der Mark e la Honda di Haslam a mezzo secondo, mentre Baz e Rea segnano +o.537 e +0.542. Sette decimi di ritardo per Sykes e Bautista, con lo spagnolo che conclude la giornata con ben 42 giri e molte informazioni utili in vista di domani e delle varie condizioni climatiche possibili. Concludono la top ten Rinaldi e Fores. Per il dettaglio dei tempi e la classifica combinata delle due sessioni di libere, qui tutte le informazioni.

 

 





Tags : australian roundphillip islandSBKSuperbikeworldsbk
Maria Grazia Spinelli

The author Maria Grazia Spinelli

Classe 1994, molisana. Da piccola vedevo mio padre seguire la Formula 1 e mi chiedevo cosa lo appassionasse così tanto, poi ho avuto un colpo di fulmine con le due ruote in un pomeriggio d'estate ed ho capito. Qui vi racconto il Mondiale Superbike.