close
4 RuoteFormula 1Su pista

F1, a Verstappen la prima pole assegnata con le qualifiche sprint. 2° Hamilton, 3° Bottas





Le prime qualifiche sprint della storia della F1 sono state conquistate da Max Verstappen. Il pilota olandese, partito dalla seconda posizione, ha preceduto il rivale per il titolo Lewis Hamilton e l’altra Mercedes di Valtteri Bottas. Suicidio sportivo per l’altra Red Bull con Sergio Perez ultimo a causa di un testacoda effettuato nel tentativo di rimontare le posizioni perse al via. Bene Leclerc, quarto, mentre Sainz è stato costretto a una rimonta dopo un contatto con Russell in curva 6.

qualifiche sprint
© Michael Regan/Getty Images / Red Bull Content Pool

Alla partenza delle qualifiche sprint solo Bottas, Alonso, Ocon e Raikkonen hanno optato per le soft mentre tutti gli altri sono partiti con gomme medie. Proprio i due piloti Alpine e Raikkonen sono stati quelli in grado di guadagnare più posizioni in partenza, in particolare Alonso che è risalito fino alla quinta piazza nel giro di poche curve. A centro gruppo un contatto tra Russell e Sainz ha fatto perdere tantissime posizioni allo spagnolo, costringendolo alla rimonta dalla penultima posizione mentre Perez si è buttato fuori da solo perdendo il posteriore della vettura in uscita dalla Chapel. Il messicano è riuscito ad evitare il contatto con le barriere, ma è stato costretto a guardare il retrotreno della vettura di Latifi per il resto della qualifica.

Al termine delle qualifiche sprint è stato ancora una volta Max Verstappen il pilota a conquistare la pole position: merito di una buona partenza e di un passo gara pari a quello Mercedes che non ha consentito a Lewis Hamilton di riprendersi la posizione. Seconda posizione per il campione inglese che, dopo una brutta partenza, ha provato a mettere pressione al rivale, ma con scarsi risultati. Dietro i due contendenti per il titolo troviamo Bottas e Leclerc autori di 17 giri in solitaria. Norris e Ricciardo, dopo aver perso la posizione su Alonso nelle prime fasi di gara, sono riusciti a riscavalcare lo spagnolo per la quinta e la sesta posizione, ma ormai gli altri 4 erano troppo lontani per puntare a qualcosa di più.

Una partenza fantastica e una difesa ai limiti del regolamento hanno invece permesso ad Alonso di guadagnare ben 4 posizioni rispetto alla casella di partenza. Il pilota spagnolo, dopo aver guadagnato 6 posizioni nel corso del primo giro, si è dovuto arrendere alla velocità delle McLaren, ma è riuscito a tenere dietro Vettel negli ultimi giri nella lotta per il settimo posto. Buona prestazione anche per George Russell, nono, che però dovrà presentarsi dai commissari dopo la gara per un contatto con Sainz nel corso del primo giro. Il pilota inglese, dopo aver bloccato l’anteriore sinistra all’ingresso di curva 6, ha buttato fuori strada il #55 costringendolo alla rimonta. Bene anche Ocon che entra in top ten grazie alla buona partenza con gomme morbide.

Subito fuori dai primi dieci Sainz, che come detto è stato bravo a rimontare dalla penultima posizione a seguito del contatto nel corso del primo giro e Gasly, dodicesimo. Kimi Raikkonen ha mostrato la sua esperienza in gara guadagnando 4 posizioni in vista della gara di domani grazie alla buona partenza ed a un passo complessivamente migliore di quello del compagno di squadra Giovinazzi, quindicesimo. Male Stroll (quattordicesimo) e Latifi (diciassettesimo), molto lontani dai rispettivi compagni di squadra mentre va malissimo Perez. Il pilota messicano, dopo aver perso due posizioni in partenza, ha provato a rimontare ma ha perso il posteriore della vettura in uscita dalla curva Chapel riuscendo fortunatamente a evitare il contatto con le barriere. Dopo aver percorso i giri rimanenti alle spalle della Williams di Latifi il messicano è stato richiamato ai box nel corso dell’ultimo giro per ritirare la vettura e apportare qualche cambiamento in vista della gara di domani senza gli obblighi del parco chiuso. A fondo classifica le due Haas di Schumacher e Mazepin che hanno rischiato di eliminarsi nel primo giro a causa di un attacco un po’ troppo ottimistico di Mazepin nei confronti del compagno di squadra.

In basso la classifica finale delle qualifiche sprint.

qualifiche sprint




Tags : f1f1 2021hamiltonperezverstappen
Fabio Catalano

The author Fabio Catalano

Prodotto nel 1996, appassionato di qualsiasi cosa vada veloce. Seguo la Formula Uno dal 2005 e occasionalmente qualsiasi altra categoria. Studio ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino.