close
4 RuoteF2 & F3Su pista

Formula 3: Info, orari e record. Guida al GP d’Ungheria





Questo finesettimana le vetture della classe dei piccoli si troveranno a Budapest per il quarto dei sette round stagionali. Andiamo a scoprire tutte le informazioni sul round ungherese della Formula 3.

© Steven Tee / LAT Images
© Steven Tee / LAT Images

 

C’eravamo lasciati circa un mese fa, per la tappa in Austria, con la vittoria di Frederik Vesti in gara 3. Dopo quattro settimane di pausa in cui abbiamo visto la Formula 2, ecco che questo weekend torneranno a girare le monoposto di Formula 3. E lo faranno su uno dei circuiti classici della categoria, quello dell’Hungaroring, nei pressi di Budapest, capitale dell’Ungheria. Il tracciato, inaugurato nel 1986, è uno dei più tortuosi e complicati al mondo: lungo 4381 metri, va affrontato in senso orario e presenta quattordici curve, otto a destra e sei a sinistra. L’ala posteriore mobile potrà essere attivata due volte, una sul rettilineo del traguardo e una sul breve tratto che collega curva 1 a curva 2. Per entrambe, vi sarà un solo Detection Point, posizionato all’imbocco dell’ultima curva. In totale, il tracciato andrà percorso per 22 volte in tutte e tre le gare, per un totale di 96.342 km a gara, che di fatto rendono le tappe ungheresi le più corte del calendario della Formula 3. Per quanto riguarda i record, il giro più veloce è di Christian Lundgaard, stabilito nel 2019 con la ART in 1:31.761 con una media di 171.876 km/h; anche i primi due settori sono appannaggio del danese, rispettivamente in 33.173 e 32.818, mentre il terzo settore più veloce è di David Beckmann, che con la Trident nel 2020 lo completò in 25.471. 2020, inoltre, in cui la pole, su pista bagnata, fu ottenuta da Alexander Smolyar, sempre con la Trident, in 1:51.348 ad una media di 141.642 km/h. Le due gare invece furono vinte da Theo Pourchaire e Beckmann. Infine, la velocità di punta più alta fatta registrare è sempre di Beckmann, che lo scorso anno toccò alla Speed Trap in fondo al rettifilo dei box i 261.6 km/h. Per quanto riguarda le gomme, la Pirelli ha deciso di portare per la tappa ungherese le gomme Medium a banda gialla, per la seconda volta questa stagione dopo la gara austriaca.

image

Per quanto riguarda il campionato, in Austria Hauger ha preso il largo in classifica, grazie ad un primo, un secondo e un terzo posto. Il norvegese comanda la classifica con 115, mentre il più diretto inseguitore, Vesti, ne ha appena 74. Escono male invece dalla tre giorni austriaca Doohan, che resta terzo a 72, e Martins, quinto con 66. In mezzo a loro c’è Caldwell a 70. Le gare ungheresi, giro di boa della stagione, potrebbero rappresentare la mazzata definitiva al campionato di Formula 3 da parte di Hauger, che qui potrebbe aprire un gap impossibile da colmare. Il sistema delle tre gare e delle griglie inverse, però, c’ha già riservato diverse sorprese, e chissà che domenica sera la situazione non possa essere totalmente diversa. Infine, un ruolo fondamentale potrebbero averlo i vari outsider, come Smolyar, Nannini e Leclerc, il cui apporto potrebbe essere favorevole sia al leader quanto agli inseguitori. Insomma, non resta che guardare le gare per scoprire chi uscirà leader da Budapest.

dsc_1906_18941

Orari.

Per quanto riguarda le gare, queste saranno, come sempre, visibili solo su Sky Sport F1, che coprirà anche le prove libere e le qualifiche.

  • Venerdì 30 luglio

    FP: 10.05 (45 minuti)

    Qualifiche: 13.50 (30 minuti)

  • Sabato 31 luglio

    Gara 1: 10.35 (22 giri o 40 minuti)

    Gara 2: 17.55 (22 giri o 40 minuti)

  • Domenica 1 agosto

    Gara 3: 10.45 (22 giri o 40 minuti)





Tags : Budapestf3Formula 3gp ungheriahungaroring
Alfredo Cirelli

The author Alfredo Cirelli

Classe 1999, sono cresciuto con la F1 commentata da Mazzoni, da cui ho assorbito un'enorme mole di statistiche non propriamente utili, che prima che Fuori Traiettoria mi desse la possibilità di tramutarle in articoli servivano soltanto per infastidire i miei amici non propriamente interessati. Per FT mi occupo di fornirvi aneddoti curiosi e dati statistici sul mondo della F1, ma copro anche la Formula E e, occasionalmente, la Formula 2 e la Formula 3