close
4 RuoteFormula 1Su pista

Le Grid Girls salutano la F1? Liberty Media le sostituisce con i Grid Kids!





No alle Grid Girls, sì ai Grid Kids. In estrema sintesi, ecco come cambierà l’aspetto delle griglie di partenza dei GP di Formula 1 a partire dall’appuntamento di Melbourne, distante ormai meno di due mesi. Solamente pochi giorni fa Liberty Media – scatenando un’ondata di polemiche più o meno sensate – aveva infatti annunciato il proprio addio alle “ombrelline”, ed ora invece ufficializza l’arrivo di una nuova iniziativa: quella, per l’appunto, dei Grid Kids. 

© Dan Istitene / Getty Images / RedBull Content Pool
© Dan Istitene / Getty Images / RedBull Content Pool

“Questa nuova proposta coinvolgerà i promotori dei singoli GP al fianco della autorità sportive nazionali riconosciute dalla FIA” – si legge nel comunicato stampa ufficiale diramato dal Circus della F1 – “E così si darà una grandissima opportunità ai più giovani ed alle loro famiglie di essere parte di uno dei momenti più emozionanti dell’intero weekend di gara. Sulla falsariga di quanto accade nelle partite di calcio, dove teneri frugoletti accompagnano sul manto erboso i loro idoli tenendoli per mano, anche la massima espressione del Motorsport vedrà i propri piloti affiancati in griglia da giovani talenti del kart o delle Formule minori, che attenderanno vicino ai loro eroi lo start del GP.

“Sarà un momento eccezionale per questi ragazzi” – dice Sean Bratches, Direttore delle Operazioni Commerciali della F1 – “Immaginate: stare al fianco dei propri idoli, guardarli mentre si preparano per la gara, proprio in quegli importantissimi minuti prima della partenza. Sarà un’esperienza indimenticabile per loro e per le loro famiglie, e soprattutto servirà a motivarli per continuare ad allenarsi, a correre, a migliorarsi per prendere un giorno il posto dei piloti che stanno accompagnando. Non credo ci sia un modo migliore per ispirare la nuova generazione di eroi della F1.

All’entusiasmo di Bratches, ovviamente, fa eco quello di Jean Todt. “La Formula 1 è l’apice del Motorsport, ed è il sogno di qualsiasi ragazzo che decida di tentare la scalata dai kart” – dice il Presidente della FIA – “Siamo felicissimi di portare quel sogno un po’ più vicino a loro, dando l’opportunità ai futuri campioni del nostro sport di stare al fianco dei loro eroi in griglia ed osservare le procedure di preparazione alla partenza. Questa è anche un’eccellente iniziativa per supportare maggiormente le associazioni sportive nazionali nel loro tentativo di rendere il Motorsport una disciplina diffusa, dando loro la possibilità di offrire ai membri un’esperienza indimenticabile”.

E questo cambiamento, a quanto pare, non riguarderà solamente la massima serie. La F1 fa infatti sapere che, dove possibile, i bambini affiancheranno in griglia anche i piloti di F2 e GP3, dando così la possibilità di entrare in griglia ad un maggior numero di giovani talenti. Che, ovviamente, saranno accompagnati dai loro familiari, muniti come loro di un Pass per il Paddock valido per l’intera domenica.





Tags : f1f1 2018formula 1grid girlsgrid kids
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Innamorato dal 1993 di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", sono Editor e Contributor di RedBull.com, voce nel podcast "Terruzzi racconta la F1", Social Media Editor dell'Autodromo Nazionale Monza e collaboro con Tsunami RT nel Porsche Carrera Cup Italia. Ho collaborato con Motorsport.com, sono stato addetto stampa di EF Racing, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam e sono accreditato F1, WEC, WRC e FE. Ho fondato FuoriTraiettoria.com mentre ero impegnato a laurearmi in giurisprudenza e su Instagram sono @natalishow