close
4 RuoteFormula 1Su pista

Bottas è imprendibile a Barcellona: Pole e record! A 6 decimi Hamilton, 3° Vettel





E con questa sono tre, per di più consecutive. Valtteri Bottas agguanta la terza Pole Position di fila in questo suo scintillante inizio di 2019, e lo fa nelle qualifiche del GP di Spagna con una dimostrazione di forza che in pochi si sarebbero forse aspettati. Il #77, andando a demolire il record sul giro in prova del Montmelo, rifila 6 decimi secchi a Lewis Hamilton ed 8 decimi alla prima delle Ferrari, quella guidata da Sebastian Vettel. Bene Kvyat e Ricciardo, mentre deludono un po’ Leclerc, Hulkenberg e Giovinazzi. Ecco la cronaca completa.

© LAT Images / Mercedes AMG F1 Press
© LAT Images / Mercedes AMG F1 Press

La Q1 scorre via senza particolari colpi di scena, con Bottas che sigla un 1’16″979 e mette le proprie ruote davanti a quelle di Max Verstappen (2° a 265 millesimi dal crono del #77) e Lewis Hamilton, che chiude la prima manche in 1’17″292. Si accontentano della 4^ e 5^ posizione le due Ferrari, con Leclerc che precede Vettel per 35 millesimi e con il tedesco che a propria volta si mette alle spalle un redivivo Lando Norris ed un Kevin Magnussen stretto nella morsa McLaren, data l’8^ piazza di Carlos Sainz. La lotta va dunque in scena nelle retrovie, lì dove si combatte per scampare alla tagliola della Q1: per soli 19 millesimi di secondo l’impresa riesce a Daniel Ricciardo, che mette fuori proprio il compagno di squadra Nico Hulkenberg alle prese anche con un errore in Curva 4 che gli ha causato la rottura dell’ala anteriore. Assieme al #27, esclusi sono anche Lance Stroll ed Antonio Giovinazzi (che vedono entrambi i team mate accedere invece alla Q2) e le due Williams, con Russell che nonostante un testacoda di troppo rifila 1″2 a Robert Kubica.

Ecco la classifica completa al termine della Q1:

d6sgolgw0aimvlp

Nel corso della Q2 nessuno tenta l’azzardo delle gomme Medium, e dunque tutti di nuovo in pista direttamente con gomme Soft. E’ ancora Valtteri Bottas a prendersi la prima posizione, con un 1’15″9 che – Hamilton escluso – permette alla W10 di rifilare distacchi siderali a tutto il resto dello schieramento, con le due SF90 di Vettel e Leclerc (rispettivamente 3^ e 4^, con il #16 costretto ad un doppio tentativo per via di un errore nel corso della sua prima uscita) staccate di oltre 7 decimi. Anche la seconda manche di queste qualifiche scorre via senza particolari colpi di scena, ed infuria solamente nei minuti conclusivi la lotta per accedere alla Q3: a passare la tagliola in extremis è ancora una volta Daniel Ricciardo, mentre esclusi sono Lando Norris, Alexander Albon (con Kvyat invece 8°), Carlos Sainz, Kimi Raikkonen e Sergio Perez.

Ecco la classifica completa al termine della Q2:

d6slwixw0ae-xyr

Ovviamente, nessuno tenta l’azzardo delle Medium nella Q3 e dunque di nuovo tutti in pista con le Soft. E’ il primo tentativo a decretare sostanzialmente la griglia di partenza del GP di Spagna: Valtteri Bottas – ancora lui – piazza un clamoroso 1’15″406 che frantuma qualsiasi record precedentemente esistente al Montmelo, riuscendo così a rifilare ben 6 decimi ad un Lewis Hamilton improvvisamente impotente di fronte al dominio sul giro secco mostrato dal #77 nel corso di questi ultimi 3 GP. Ad ulteriori 2 decimi rispetto al crono del #44 si piazza poi Sebastian Vettel alla guida di una Ferrari in palese difficoltà nel terzo settore, con la 4^ posizione occupata da Max Verstappen e la 5^ presa da Charles Leclerc, che munito di un solo set di Soft nuove ha dovuto effettuare due tentativi consecutivi non riuscendo a mettere la propria monoposto davanti alla RB15 #33. In 6^ piazza si mette Gasly, che precede le due Haas di Grosjean e Magnussen, la Toro Rosso di Kvyat e la Renault di Daniel Ricciardo, che domani sconterà tre posizioni di penalità sulla griglia di partenza per via dell’incidente occorsogli proprio con il russo nel corso del GP di Baku.

Ecco la griglia di partenza del GP di Spagna (al netto della penalità di Daniel Ricciardo):

d6sshzswaaev72k




Tags : f1f1 2019formula 1gp barcellonagp spagnaqualifiche
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Classe '93, innamorato da una vita di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", addetto stampa di Tsunami RT nel Carrera Cup Italia, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam, sono partner di RedBull.com e accreditato F1. Ho fondato FuoriTraiettoria.com perché mi annoiavo a studiare giurisprudenza e su Instagram sono @natalishow.