close
4 RuoteF2 & F3Su pista

F2 e F3: I giovani vanno all’Università delle Corse. Guida al GP del Belgio





Con l’appuntamento di Spa inizia il momento caldo per quanto riguarda la F2 e la F3, con una serie di gare che porteranno all’assegnazione dei due titoli delle categorie cadette. Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla tappa belga, che si terrà come di consueto sul circuito di Spa Francorchamps.

Dutch Photo Agency / Red Bull Content Pool

Il circuito

Finalmente si riparte. Dopo le canoniche tre settimane di pausa estiva, i motori della Formula 1, ma soprattutto (per quel che ci riguarda), della Formula 2 e della Formula 3, torneranno ad accendersi per dare spettacolo. E lo faranno su uno dei circuiti più iconici, belli, famosi e amati del mondo, che, ahimé non ha ancora un futuro certo per il prossimo anno: Spa-Francorchamps. Il circuito, ricavato dalle stradine perimetrali che collegavano i paesini di Spa, Francorchamps e Malmedy, è in uso sin dal 1924; inizialmente lungo più di 14 km e costruito su strade normalmente aperte al traffico, negli anni è stato più volte modificato, arrivando all’odierna configurazione permanente di 7004 metri. La pista ruota in senso orario ed è composta di 19 curve (9 a destra e 10 a sinistra), alcune delle quali tra le più belle e memorabili della storia dell’automobilismo: il tornantino della Source (in cui ricordiamolo, è tutto regolare), il sinistra-destra-sinistra con compressione dell’Eau Rouge-Radillon (alla cui uscita è posta la Speed Trap), la staccata della Les Combes, la piega a sinistra in picchiata di Pouhon, la velocissima Blanchimont. Qui si sono scritte pagine di storia dell’automobilismo, e per i giovani piloti l’appuntamento belga sarà sicuramente un banco di prova per farsi notare. Saranno infine due le zone DRS, la prima posta sul rettilineo di partenza/arrivo con Detection Point prima della Bus Stop, e la seconda sul rettilineo del Kemmel con il rilevamento posto dopo la Source. Proprio sul rettilineo del Kemmel si potranno raggiungere velocità di punta estremamente elevate: qui la F2 ha toccato i 331.1 km orari (Mazepin con la Hitech nel 2020), solo 0.7 km/h in meno che a Monza, mentre la F3 è arrivata a punte di 303.5 km/h (Beckmann sulla Trident nel 2020), unico caso insieme sempre a Monza in cui si sono superati i 300 km/h.

belgio
© F1

Per quanto riguarda la Formula 2 la categoria cadetta tornerà in Belgio dopo un anno di assenza per via della non felicissima idea di separare lo scorso anno F2 e F3. Il record assoluto della pista è di Nyck De Vries, che nel 2019 con la Prema concluse un giro in 1:56.054. Tra i saliscendi delle Ardenne i piloti dovranno affrontare due gare della durata di rispettivamente 18 (125.948 km) e 25 (174.976 km) giri. Per l’occasione la Pirelli porterà gomme Soft a banda rossa e Medium a banda gialla; gomme che ovviamente dovranno essere sostituite obbligatoriamente nella Feature Race. La strategia del vincitore usata nel 2020 fu quella di Yuki Tsunoda, che dopo dieci tornate passò dalle Soft alle Medie, per poi andare a vincere la gara; la Sprint Race fu vinta invece da Shwartzman, ma è da segnalare il doppio podio di Mick Schumacher in entrambe le gare, che furono nel mezzo di un filotto di sei podi consecutivi. Doveroso poi è l’omaggio ad Anthoine Hubert, che qui perse la vita nel 2019 dopo un terribile incidente al secondo giro della gara del sabato, in cui fu coinvolto anche Juan Manuel Correa, impegnato questo weekend in Formula 3.

Per quanto riguarda invece proprio la Formula 3, i piloti al sabato dovranno effettuare 15 giri, pari a 104.936 km, mentre la domenica i giri saranno 18, 125.948 km. La Pirelli per l’occasione porterà gomme Medium a banda gialla. Lo scorso anno, in tre gare costellate da una forte pioggia, vinse Lorenzo Colombo la prima corsa, mentre le altre due furono conquistate da Jack Doohan. E chissà che non sia di buon auspicio per lui.

Novità in griglia

Ci saranno alcune novità per quanto riguarda la F2. Tanto per cominciare, è da segnalare il cambio completo tra le file del team Charouz: al posto di Roberto Mehri, che ha ben figurato, tornerà Ralph Boschung, ripresosi dall’infortunio al collo; al suo fianco non ci sarà però Olli Caldwell, ma Lirim Zendeli. L’inglese, infatti, ha raggiunto i dodici punti sulla sua “patente di guida”, il che comporta la squalifica per una gara. Oltre a ciò, in Charouz ci sarà il ritorno di Tatiana Calderon, che aveva corso già nel 2019 in Arden, che torna in F2 al posto di Bolukbasi dopo la parentesi in Indycar, mentre in Van Amersfoort al posto di Jake Hughes (che ha deciso di lasciare il team per concentrarsi sulla Formula E, anche se non si sa ancora in che veste) si vedrà il ritorno di David Beckmann.

@Scuderia Ferrari Press Office

Analisi dei campionati

In F2, dopo che sembrava che Drugovich avesse preso il largo, in Ungheria Pourchaire ha riaperto la lotta alla grande, vincendo la Feature Race e portandosi a sole 21 lunghezze dal brasiliano (180 a 159). Con una MP che oramai sembra in notevole difficoltà tecnica, il brasiliano potrebbe essere sfavorito per gli ultimi quattro round, ma in Formula 2 non è mai detta l’ultima. Seguono poi in classifica, decisamente più staccati, Sargeant (il quale disputerà le FP1 con la Williams ad Austin) a 119, Fittipaldi a 100, Daruvala a 94, Vesti a 91, Iwasa a 90, Lawson (che in Belgio disputerà anche le FP1 con l’Alpha Tauri) e Doohan a 88 e Vips a 85.

In F3, invece, la situazione è ancora più equilibrata, con Martins e Hadjar appaiati in testa alla classifica a 104 punti, mentre Leclerc è dietro di nove lunghezze (95). Hanno ancora qualche chance, ma poche, Crawford e Bearman, fermi entrambi ad 80 punti.

Gli orari

Le sessioni del round di Spa della F2 e della F3 saranno, come sempre, interamente visibili su Sky Sport F1, canale 207.

Venerdì 26 agosto

  • Prove Libere F3: 10.25 (45 minuti)
  • Prove Libere F2: 11.35 (45 minuti)
  • Qualifiche F3: 15.30 (30 minuti)
  • Qualifiche F2: 18.30 (30 minuti)

Sabato 27 agosto

  • Sprint Race F3: 10.35 (15 giri o 40 minuti + 1 giro)
  • Sprint Race F2: 18.00 (18 giri o 45 minuti + 1 giro)

Domenica 28 agosto

  • Feature Race F3: 08.50 (18 giri o 45 minuti + 1 giro)
  • Feature Race F2: 10.20 (26 giri o 60 minuti + 1 giro)




Tags : Formula 2Formula 3gp belgiospa-francorchamps
Alfredo Cirelli

The author Alfredo Cirelli

Classe 1999, sono cresciuto con la F1 commentata da Mazzoni, da cui ho assorbito un'enorme mole di statistiche non propriamente utili, che prima che Fuori Traiettoria mi desse la possibilità di tramutarle in articoli servivano soltanto per infastidire i miei amici non propriamente interessati. Per FT mi occupo di fornirvi aneddoti curiosi e dati statistici sul mondo della F1, ma copro anche la Formula E (categoria per cui sono accreditato FIA), la Formula 2 e la Formula 3