close
4 RuoteFormula 1Su pista

Verstappen vince la Sprint Race di Imola dopo un bel duello con Leclerc. 3° Perez, ottimo Sainz 4°





Max Verstappen vince la prima Sprint Race della stagione 2022 ad Imola. Il pilota olandese, partito primo, è riuscito a battere Leclerc, che l’aveva passato al via, confermando quindi la pole per domani nel GP del Made in Italy e dell’Emilia Romagna.

(Photo by Clive Mason/Getty Images)

Al via Leclerc è magistrale, e brucia subito Verstappen prima della staccata del Tamburello, tra il boato della folla. Nelle retrovie Gasly e Zhou si toccano alla curva Piratella: il cinese dell’Alfa Romeo è costretto a terminare la sua corsa, mentre il francese fora la gomma anteriore destra della sua Alpha Tauri e deve rientrare ai box. Entra quindi in pista la Safety Car per permettere ai commissari di rimuovere l’Alfa Romeo numero 24, con la Aston di sicurezza che resta in pista fino alla quarta tornata. Alla ripartenza Leclerc prova ad allungare su Verstappen, mentre dietro va in scena la rimonta di Sainz, che al settimo giro attacca e passa Alonso per la settima posizione. Lo spagnolo avanza, e sorpassa anche Magnussen al dodicesimo giro, Ricciardo al quattordicesimo e Norris al diciannovesimo, istallandosi al quarto posto e raddrizzando la sua giornata.

Davanti, intanto, Leclerc a metà corsa inizia ad accusare del graining sulle gomme, e Verstappen si fa sotto. Negli ultimi cinque giri l’olandese è velocissimo, e prova a farsi vedere al Tamburello, ma il ferrarista è bravo a chiudere. Al diciannovesimo passaggio però il monegasco esce male dalla Variante Alta Gresini, e la Red Bull si avvicina abbastanza da poter sfruttare il DRS sul rettilineo di partenza; l’ala mobile e la grandissima velocità di punta della Red Bull sono micidiali, e Leclerc non può difendersi dal sorpasso, che avviene nel corso del ventesimo e penultimo giro.

Vince quindi Max Verstappen, che oltre a confermare la pole guadagna otto punti in classifica. Sul podio con lui, a ricevere le medaglie da Jean Alesi, salgono appunto Leclerc, e Sergio Perez. Quarto è come detto Sainz, mentre ottengono punti anche Norris, Ricciardo, Bottas e Magnussen. Chiudono la top ten Alonso e Schumacher. Cambia anche la classifica piloti: Leclerc resta primo con 78 punti, ma dietro Sainz sale secondo a 38 punti, mentre Russell è terzo, fermo a 37, con un punto su Perez (36), con il vincitore Verstappen si porta in quinta posizione a 33. In classifica costruttori la Ferrari resta al comando con 116 punti, ma la Red Bull supera la Mercedes, con 69 punti contro 65.

POSPILOTAMACCHINATEMPO/DISTACCOPUNTI
1Max VerstappenRed Bull RBPT30:39.5678
2Charles LeclercFerrari+2.9757
3Sergio PerezRed Bull RBPT+4.7216
4Carlos SainzFerrari+17.5785
5Lando NorrisMclaren Mercedes+24.5614
6Daniel RicciardoMclaren Mercedes+27.7403
7Valtteri BottasAlfa Romeo Ferrari+28.1332
8Kevin MagnussenHaas Ferrari+30.7121
9Fernando AlonsoAlpine Renault+32.2780
10Mick SchumacherHaas Ferrari+33.7730
11George RussellMercedes+36.2840
12Yuki TsunodaAlpha Tauri RBPT+38.2980
13Sebastian VettelAston Martin Mercedes+40.1770
14Lewis HamiltonMercedes+41.4590
15Lance StrollAston Martin Mercedes+42.9100
16Esteban OconAlpine Renault+43.5170
17Pierre GaslyAlpha Tauri RBPT+43.7940
18Alexander AlbonWilliams Mercedes+48.8710
19Nicholas LatifiWilliams Mercedes+52.0170
NCGuanyu ZhouAlfa Romeo FerrariDNF0




Tags : autodromo enzo e dino ferrarigp emilia romagnaimolaSprint Race GP Emilia Romagna
Alfredo Cirelli

The author Alfredo Cirelli

Classe 1999, sono cresciuto con la F1 commentata da Mazzoni, da cui ho assorbito un'enorme mole di statistiche non propriamente utili, che prima che Fuori Traiettoria mi desse la possibilità di tramutarle in articoli servivano soltanto per infastidire i miei amici non propriamente interessati. Per FT mi occupo di fornirvi aneddoti curiosi e dati statistici sul mondo della F1, ma copro anche la Formula E (categoria per cui sono accreditato FIA), la Formula 2 e la Formula 3