close
4 RuoteFormula ESu pista

La Formula E arriva a Londra per il penultimo round. Info, orari e record: guida al London E-Prix





In questo weekend già abbastanza affollato correrà anche la Formula E, che disputerà a Londra il suo penultimo doubleheader. Ecco tutto che c’è da sapere sul London E-Prix 2022.

(Photo by Simon Galloway / LAT Images)

Il circuito

Il circuito in cui si correranno le due gare del London E-Prix è ricavato all’interno del London Exhibition Center, un enorme centro per varie attività che, tra le altre cose, ha ospitato anche alcune discipline delle Olimpiadi di Londra 2012. E quando dico “all’interno”, intendo proprio quello: il circuito è infatti per metà indoor e per metà outdoor. La pista misura 2141 metri, ruota in senso antiorario e presenta 22 curve, 12 a destra e 10 a sinistra; rispetto allo scorso anno, è stata modificata la configurazione della pista, sostituendo la sezione del doppio tornante con le due chicane 10-11 e 12-13; ora è più corta di 111 metri metri, ma è più scorrevole, e le due chicane favoriranno la ricarica della batteria. La pista è abbastanza complicata: è tortuosa, ma presenta buone possibilità di sorpasso, in curva 1, in curva 6, in curva 9, nella chicane 10-11, in curva 16 e in curva 21; inoltre, presenta alcuni saliscendi, e ha due tipi d’asfalto diverso tra la parte interna, più liscia e meno aderente, e quella esterna, più ruvida. Ovviamente, la differenza tra interno e esterno è anche che in caso di pioggia è difficile trovare un compromesso accettabile Comunque, questa prospettiva è molto scarsa, poiché le possibilità di pioggia sono molto basse. Infine, il record della pista è sicuramente poco rilevante viste le modifiche, ma comunque, il giro più veloce in gara è stato ottenuto da Robin Frijns sulla Virgin in 1:21.635 nel secondo round; il record in qualifica è stato ottenuto da Stoffel Vandoorne su Mercedes, che ha ottenuto la pole del secondo appuntamento in 1:20.181.

Per quanto riguarda l’albo d’oro del London E-Prix, il record di vittorie è di Nicholas Prost, che vinse le due gare del 2016 quando si correva ancora a Battersea Park; la seconda gara di quel weekend è rimasta nella storia della categoria, poiché in quell’occasione Buemi e Di Grassi, in lotta per il titolo, entrarono a contatto nel corso del primo giro. Presero allora la seconda macchina improvvisando una qualifica nella gara, cercando di ottenere i punti del giro più veloce. Alla fine la spuntò lo svizzero. Svizzero che vinse la prima gara del 201, sempre a Battersea; le altre tre corse (2015 2 e le due del 2021) sono state vinte da tre piloti di casa, Bird, Dennis e Lynn. Nell’ultima gara disputata lo scorso anno, il primo a tagliare il traguardo fu però Di Grassi: il brasiliano, durante una Safety, era entrato in corsia box, “tagliando” la pista e superando tutta la fila, portandosi al comando; per la bravata venne però squalificato.

Analisi del campionato

Dopo il secondo posto di New York, e il deludente weekend di Mortara, Stoffel Vandoorne si è riportato al comando della classifica iridata con 155 punti. Il belga ha ora 11 lunghezze di vantaggio sullo svizzero, fermo a quota 144, mentre Evans si è fatto sotto, portandosi a 139. Vergne, invece, dopo un pessimo weekend statunitense, è scivolato a 27 punti (128) dalla vetta. Resta in corsa, ma nel London E-Prix necessita assolutamente di una vittoria, ricordando che finora non ha ancora vinto. Quinto e sesto sono Frijns a 104 e Da Costa a 100; i due sono appesi ad un filo e hanno ancora una teorica possibilità di vittoria, ma è davvero molto difficile per loro. In realtà al momento ancora 13 piloti sono matematicamente in lotta per il titolo a quattro gare dalla fine, ma realisticamente la lista dei papabili si ferma a questi.

Orari

Le prove libere saranno visibili sui canali social e sul sito della Formula E; le qualifiche su Sky Sport e su Smortmediaset.it; le gare su Sky Sport e su Canale 20 Mediaset

Venerdì 29 luglio

  • FP1: 17.15 (45 minuti)

Sabato 30 luglio

  • FP2: 09.00 (30 minuti)
  • Qualifiche: 10.40
  • London E-Prix R1: 15.00 (45 minuti + 1 giro + eventuale recupero)

Domenica 31 luglio

  • FP3: 09.00 (30 minuti)
  • Qualifiche: 10.40
  • London E-Prix R2: 15.00 (45 minuti + 1 giro + eventuale recupero)




Tags : Formula ELondon E-Prix
Alfredo Cirelli

The author Alfredo Cirelli

Classe 1999, sono cresciuto con la F1 commentata da Mazzoni, da cui ho assorbito un'enorme mole di statistiche non propriamente utili, che prima che Fuori Traiettoria mi desse la possibilità di tramutarle in articoli servivano soltanto per infastidire i miei amici non propriamente interessati. Per FT mi occupo di fornirvi aneddoti curiosi e dati statistici sul mondo della F1, ma copro anche la Formula E (categoria per cui sono accreditato FIA), la Formula 2 e la Formula 3