close




Ecco le parole di Antonio Giovinazzi ai microfoni di FuoriTraiettoria.com, dopo il secondo E-Prix di Roma, in cui ha dovuto ritirarsi per un guasto alla sua Dragon mentre si trovava nelle ultime posizioni dopo un weekend di casa molto complicato.

Fuori Traiettoria: Ciao Antonio, cos’è successo oggi?

Antonio Giovinazzi: Non lo sappiamo ancora, la macchina credo sia arrivata adesso, quindi vedremo adesso cos’è successo.

FT: Quali sono le aspettative per Monaco? Il fatto che tu abbia già corso lì, andando anche bene, soprattutto in Formula 1, pensi che sarà un vantaggio o lo stile di guida è talmente diverso che non influirà?

AG: Beh sì, il fatto di conoscere già la pista sicuramente darà una mano in più, però i riferimenti sono completamente diversi essendo un’altra macchina. Inoltre, a Monaco sarà tutto in un giorno, quindi non posso permettermi di fare errori o di perdere giri, perché in macchina non si può salire, non ci sono test e il simulatore è molto lontano dalla realtà, quindi per me gli unici giorni sono quelli della gara. Però dai, Monaco per me lo scorso anno è stata una pista amica, quindi spero lo sia anche quest’anno.

FT: Il fatto di doverti dividere tra il tuo impegno al simulatore della Ferrari e quello in Formula E con Dragon pensi che possa essere uno svantaggio, visto che probabilmente hai meno tempo a disposizione? O visto che buona parte dei piloti corre in altre categorie non è uno svantaggio per te?

AG: No non lo è, anche perché alla fine la maggior parte dei piloti ha diversi programmi. Alcuni hanno solo la Formula E come focus, ma tutti gli altri hanno come me altri impegni. Quindi no, non credo sia un problema.

FT: Va bene, grazie mille e in bocca al lupo per Monaco!

Antonio Giovinazzi (ITA), Dragon | Penske Autosport, Penske EV-5

Clicca QUI per il resoconto dell’E-Prix di Roma





Tags : antonio giovinazzie-prix di romafeFIA FEfia formula eFormula ERome E-Prix
Alfredo Cirelli

The author Alfredo Cirelli

Classe 1999, sono cresciuto con la F1 commentata da Mazzoni, da cui ho assorbito un'enorme mole di statistiche non propriamente utili, che prima che Fuori Traiettoria mi desse la possibilità di tramutarle in articoli servivano soltanto per infastidire i miei amici non propriamente interessati. Per FT mi occupo di fornirvi aneddoti curiosi e dati statistici sul mondo della F1, ma copro anche la Formula E (categoria per cui sono accreditato FIA), la Formula 2 e la Formula 3