close
4 RuoteFormula 1Su pista

Bottas il più rapido nel Day 1 dei test ad Abu Dhabi. 2° Vettel con problemi e contatto





C’è ancora una Mercedes davanti a tutti, in quel di Yas Marina. Al termine della prima giornata della sessione di test collettivi che la F1 sta svolgendo sul circuito di Abu Dhabi per dar modo a tutti i team di valutare le gomme che Pirelli sta sviluppando per il 2020, infatti, in cima alla classifica si è piazzato Valtteri Bottas, che sfruttando un set di pneumatici C4 2019 ha fermato il cronometro sull’1’37″214.

© Jerry Andre / LAT Images / Pirelli F1 Press Area
© Jerry Andre / LAT Images / Pirelli F1 Press Area

Il #77 ha completato 138 giri, due in più di quelli messi a referto da Sebastian Vettel, rallentato in mattinata da un problema agli scarichi della sua SF90: il #5 della Ferrari – protagonista di un testacoda senza conseguenze a seguito di un contatto in Curva 11 con la Racing Point di Perez – con un treno di gomme C5 2020 ha messo a segno un 1’37″991 che per poco meno di due decimi gli ha consentito di precedere la Toro Rosso di Kvyat, che utilizzando lo stesso compound del tedesco si è accontentato della 3^ piazza in 1’38″183. In una giornata che ha visto diverse monoposto scendere in pista con vistosi “rastrelli” per raccogliere dati aerodinamici, il 4° posto se lo è preso Sergio Perez: il messicano ha inanellato 120 passaggi, il più rapido dei quali in 1’38″434 con un set di Pirelli C5 2020, precedendo per oltre un secondo la Haas di Romain Grosjean, che a parità di gomma ha chiuso in 1’39″526 il più rapido dei suoi 146 giri complessivi.

6^ posizione per Norris, che completa 125 passaggi siglando la propria migliore prestazione con le C5 2020 in 1’39″526, mentre è Max Verstappen, stakanovista di giornata con le sue 153 tornate all’attivo: il #33 ha chiuso la giornata con un 1’39″926 – un crono arrivato sfruttando un treno di C3 2020 – riuscendo così a tenersi alle spalle Esteban Ocon, all’esordio sulla Renault R.S. 19. Il francese, tornato in F1 dopo un anno di stop forzato, è riuscito a completare solamente 77 passaggi nel corso di questo Day 1 a causa di un problema – pare al sedile – che lo ha costretto ai box per un po’, e con il suo 1’39″962 siglato con mescole C4 2020 è riuscito a finire davanti alla Williams di George Russell, 9° con 87 giri all’attivo ed un 1’40″368 con mescola C5 2020 come miglior prestazione.

Alle spalle del giovane britannico si è poi piazzato Kimi Raikkonen: Iceman ha completato 93 tornate (la più rapida delle quali in 1’40″903 con una mescola C4 2019), ed in classifica è riuscito a tenersi alle spalle Sean Gelael e Roy Nissany, fanalini di coda di questa prima giornata. L’indonesiano, salito a bordo della Toro Rosso alternandosi con Kvyat, ha completato 67 passaggi chiudendo la giornata con un 1’41″640 come miglior prestazione, mentre il rookie israeliano non è andato oltre un 1’44″760 (crono messo a segno con mescola C3 2020) che gli è valso l’ultima posizione in classifica.

Ecco la classifica completa al termine della prima giornata:

© Pirelli F1 Press Area
© Pirelli F1 Press Area

 





Tags : day 1f1formula 1test abu dhabitest pirelli
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Innamorato dal 1993 di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", addetto stampa di Tsunami RT ed Enrico Fulgenzi Racing nel Porsche Carrera Cup Italia e nel Porsche Sports Cup Suisse, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam, sono Editor per RedBull.com, sono accreditato F1, FE e WRC e faccio parte del Media Staff dell'Autodromo Nazionale Monza. Ho fondato FuoriTraiettoria.com mentre ero impegnato a laurearmi in giurisprudenza e su Instagram sono @natalishow