close
4 RuoteFormula 1Su pista

Test Barcellona, Day 1: Massa il più veloce, Vettel il più attivo in pista. Altra PU sostituita in McLaren!





1488888553598

Inizia nell’inaspettato segno di Felipe Massa la seconda sessione di Test pre-stagionali della F1 in quel di Barcellona. “Inaspettato” non solo per via del fatto che sia la prima volta in questo 2017 in cui la FW40 si tiene dietro tutte le sue avversarie, ma anche perché il brasiliano quest’oggi avrebbe dovuto lasciare il volante a Lance Stroll, prima che un cambiamento di programma improvviso modificasse i piani di lavoro della scuderia di Grove.

La squadra di Sir Frank Williams si toglie dunque lo sfizio di mettersi davanti a tutti grazie all’1’19″726 di Felipe Massa, che ha ottenuto questo tempo sfruttando un treno di SuperSoft in una mattinata che comunque lo ha visto lavorare anche sulla distanza, dati i 67 giri percorsi complessivamente.

(c) Albert Fabrega
(c) Albert Fabrega

Dietro la FW40 si è poi piazzata la RB13 di Daniel Ricciardo: 52 i passaggi completati dal pilota australiano, che in mattinata si è dedicato alla raccolta di dati aerodinamici tramite le “griglie” poste dietro agli pneumatici anteriori ed allo sviluppo del nuovo fondo piatto portato dagli uomini di Milton Keynes, più “smussato” nella parte iniziale posta immediatamente dietro ai bargeboard. Sfruttando poi un set di UltraSoft, il #3 ha chiuso il proprio miglior giro in 1’19″900. Chiude poi il podio virtuale Lewis Hamilton, che con la sua W08 Hybrid inanella 49 tornate facendo segnare un best lap in 1’20″456 utilizzando le Pirelli Soft. Anche in Mercedes questa mattina si sono dedicati alla raccolta di dati aerodinamici, ed è probabile che già ci siano delle novità importanti nella zona posteriore della W08 – dove è riapparsa la pinna senza però l’apertura nella parte alta – vista la fretta con la quale i meccanici si sono prodigati per ricoprire il retrotreno della vettura una volta rientrata ai Box.

Quarta posizione invece per Sebastian Vettel, che non va oltre l‘1’21″127 – su mescola Media – ma che si prende la palma di stakanovista della mattinata visti i suoi 82 giri percorsi. Interessante è poi il dato sul degrado delle Pirelli Medium con cui il ferrarista ha effettuato una breve simulazione di gara: il #5 ha evidenziato come tra la gomma nuova ed una gomma con diversi giri sulle spalle “ballino” quasi 6 decimi, iniziando il proprio run sul passo dell’1’21″7 e concludendolo su quello dell’1’22″3. 5° è poi Ocon sulla VJM10: 59 passaggi completati dal giovane francese, con il miglior giro chiuso in 1’21″347 utilizzando un set di SuperSoft. Dietro di lui c’è poi Kevin Magnussen sulla VF-17, che inanella 48 tornate facendo segnare un best lap in 1’21″676, messo a segno con le Pirelli Medium. Non va oltre il 7° posto Daniil Kvyat con la sua STR12: 45 i giri percorsi dalla vettura faentina, con un 1’21″965 come migliore prestazione, arrivata in questo caso utilizzando un treno di Soft.

c6tvmhoxqaanxzpDall’ottava posizione in giù arrivano poi le dolenti note. Sembrava iniziata in maniera migliore questa seconda sessione di test per la McLaren-Honda, ma la tranquillità delle prime ore del mattino – durante le quali il team si è dedicato ai rilevamenti aerodinamici andando spesso in pista con dei Tubi di Pitot – è stata effimera. Stoffel Vandoorne è infatti riuscito a completare solamente 34 giri – chiudendo il migliore in 1’22″698 sfruttando le Soft – prima che la PU Honda della sua MCL32 accusasse nuovamente un problema, costringendo lui ai Box ed i tecnici alla sostituzione dell’ennesimo propulsore sulla monoposto di Woking. Dietro il giovane belga c’è poi Pascal Wehrlein, salito al volante della C36 per la prima volta dopo aver dato forfait in occasione della prima sessione di test a causa dei postumi dell’incidente occorsogli durante la ROC: 47 i passaggi completati dal giovane tedesco, che ha fatto segnare la propria miglior prestazione in 1’23″336 utilizzando un treno di gomme Soft. Fanalino di coda della mattinata è infine Jolyon Palmer: il driver inglese, come Massa, non avrebbe dovuto girare quest’oggi, ma un ritardo del volo che avrebbe dovuto portare Nico Hulkenberg a Barcellona ha costretto il Team a rivedere i propri piani. Sono solamente 15 i giri completati dalla R.S. 17 – il più rapido dei quali in 1’24″790, messo a segno con gomme Medium – prima che la PU Renault si ammutolisse nella Pit Lane, costringendo gli uomini di Enstone a sostituire un motore che sta dando forse qualche cruccio in più rispetto a quanto ci si aspettasse. 

Ecco la classifica completa al termine della mattina del Day 1:

c6ui6qdwmaawhti




Tags : day 1 test barcellonaf1risultati day 1 test barcellonatest barcellonatest barcellona f1
Stefano Nicoli

The author Stefano Nicoli

Innamorato dal 1993 di tutto quello che è veloce e che fa rumore. Admin e fondatore di "Andare a pesca con un'Audi R18", addetto stampa di Tsunami RT ed Enrico Fulgenzi Racing nel Porsche Carrera Cup Italia e nel Porsche Sports Cup Suisse, di Honda HRC nei GP di Misano '16 e Mugello '17 e di Force India nel GP di Monza '15 dopo aver vinto il 1° #JoinTheTeam, sono Editor per RedBull.com, sono accreditato F1, FE e WRC e faccio parte del Media Staff dell'Autodromo Nazionale Monza. Ho fondato FuoriTraiettoria.com mentre ero impegnato a laurearmi in giurisprudenza e su Instagram sono @natalishow