close
2 RuoteMotoGPSu pista

MotoGP: Vinales si prende le prime libere a Phillip Island





Si scende in pista per le prime libere della tappa australiana del Motomondiale su pista bagnata, nonostante l’assenza di pioggia. Vinales mette tutti alle sue spalle anticipando Miller, Quartararo cade a due minuti dalla fine della sessione.

_dsc4374-gallery_full_top_fullscreen

Clima freddino (14°C aria e 16°C asfalto) e pioggia accolgono il Motomondiale in terra australiana; nonostante le precipitazioni si siano fermate nella mattinata, la prima sessione di libere ha visto i piloti della MotoGP girare su una pista bagnata. Fra questi, il migliore del primo turno è risultato essere Maverick Vinales con un 1’38”957, unico a scendere al di sotto dell’1’39; alle sue spalle il padrone di casa Jack Miller, a soli 147 millesimi di ritardo, davanti a Marc Marquez staccato di tre decimi.

Più lontani tutti gli altri: Rossi e Petrucci accumulano entrambi 9 decimi di ritardo, mentre le due Yamaha Petronas di Morbidelli e Quartararo risultano in ritardo di rispettivamente +1.363 e +1.618, con il francese che chiude la sessione in anticipo di un paio di minuti a causa di una caduta in curva 6. Il #20 viene dichiarato fit e privo di fratture, se la cava solo un ematoma alla caviglia sinistra, ma viene deciso di non fargli prendere parte alle FP2 a causa degli antilorofici assunti. Anche Espargaro accumula un gap di +1.6, ma precede Oliveira e Dovizioso.

Prima uscita con i colori Honda LCR per Johann Zarco: il francese ex KTM registra 2 secondi di distacco da Vinales e si piazza tredicesimo nella classifica dei tempi, ma chiude la sessione davanti al suo neo compagno di squadra, Cal Crutchlow.

annotazione-2019-10-24-223147

 





Tags : fp1 gp australiamotogpphillip island
Maria Grazia Spinelli

The author Maria Grazia Spinelli

Classe 1994, molisana. Da piccola vedevo mio padre seguire la Formula 1 e mi chiedevo cosa lo appassionasse così tanto, poi ho avuto un colpo di fulmine con le due ruote in un pomeriggio d'estate ed ho capito. Qui vi racconto il Mondiale Superbike.